Singapore, Libere 1: le Red Bull davanti alle Ferrari. Le Mercedes si sono nascoste

condivisioni
commenti
Singapore, Libere 1: le Red Bull davanti alle Ferrari. Le Mercedes si sono nascoste
Di: Franco Nugnes
14 set 2018, 10:13

Daniel Ricciardo nella prima sessione di prove libere del GP di Singapore ha portato la RB14 a un paio di decimi dal record della pista. Secondo è Verstappen davanti alle due Rosse di Vettel e Raikkonen. Le Mercedes sono molto staccate ma hanno usato le gomme più dure.

Saranno le Red Bull l'ago della bilancia nella sfida Ferrari - Mercedes nel GP di Singapore, 15esima prova del mondiale 2018? E' possibile visto che nel primo turno di prove libere è stato Daniel Ricciardo il più veloce con le gomme Hypersoft: l'australiano, con 41 gradi di asfalto per il sole cocente che ha caratterizzato la sessione del pomeriggio di Marina Bay, è arrivato a 1'39"711, un tempo che è già a un paio di decimi dal record della pista detenuto da Sebastian Vettel con la Rossa dello scorso anno in 1'39"491.

Ricciardo ha preceduto il compagno di squadra Max Verstappen che è rimasto staccato di 201 millesimi con 1'39"912: Daniel ha fatto valere il motore Renault Spec C che rappresenta l'ultima evoluzione di Viry Chatillon. E' più potente ma anche meno affidabile dello Spec B che utiizza l'olandese.

Dietro alle due RB14 ci sono le Ferrari: Sabastian Vettel è terzo separato da Verstappen di appena 85 millesimi con 1'39"997, risultando l'ultimo ad aver sfondato il muro dell'1'40". Il pilota tedesco e Kimi Raikkonen hanno effettuato meno giri degli altri in un turno che sarà poco significativo per una qualifica e una gara che si disputerà in notturna. I due piloti del Cavallino hanno fatto una lunga sosta ai box per modificare l'assetto.

Kimi Raikkonen è quarto con 1'40"486 e paga oltre sette decimi dal leader Ricciardo: il finlandese ha fatto anche un lungo alla curva 18 senza toccare le barriere e non sembra aver ancora trovato il giusto passo.

E le Mercedes? Si sono nascoste: a pista sporca hanno girato con le Ultrasoft, per poi passare alle gomme più dure fra i tre compound disponibii a Marina Bay, vale a dire la Soft. Lewis Hamilton ha finito al sesto posto con 1'41"232, preceduto nche dalla Renault di Nico Hulkenberg, ottimo quinto con le Hypersoft e capace di 1'41"105.

Il leader del mondiale ha lasciato un secondo e mezzo dal tempo di riferimento, mostrando un inizio di blister sulle gomme posteriori. A un decimo dalla freccia d'argento si è inserita l'altra R.S.18 di Carlos Sainz, ma lo spagnolo ha montato le Hypersoft, riuscendo comunque a stare davanti a Valtteri Bottas soltanto ottavo. Ma attenzione a dare la Mercedes per spacciata, perché le W09 non hanno voluto mostrare qual è il loro vero potenziale.

La top ten è stata completata da Charles Leclerc con la Sauber capace di 1'42"035 prima di strappare la ruota anteriore destra contro un muretto: il monegasco è riuscito a limitare il danno al cedimento di una sospensione, ma ha fatto un errore che potrebbe condizionare un po' il suo weekend, anche se ha rifilato oltre tre decimi al compagno di squadra Marcus Ericsson 11esimo con la seconda C37. La decima piazza è stata colta dalla Haas di Romain Grosjean dotata di un T-tray regolare dopo la squalifica del francese a Monza.

Sergio Perez è 12esimo con la Force India profondamente rivista dal punto di vista aerodinamico: il messicano si è messo davanti alla seconda Haas di Kevin Magnussen e alla McLaren di Fernando Alonso.

Esteban Ocon con l'altra VJM11 è solo 15esimo e precede le due Toro Rosso con Pierre Gasly che ha lasciato a un paio di decimi i compagno Brendon Hartley. Male le due Williams di Lance Stroll (autore di un testacoda a inizio sessione)  e Sergey Sirotkin. Pessima la situazione di Stoffel Vandoorne costretto a fare pochi giri e alcuni esperimenti con la seconda McLaren. E' già stato scaricato...

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 27 1'39.711     182.868
2 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 27 1'39.912 0.201 0.201 182.500
3 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 23 1'39.997 0.286 0.085 182.345
4 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 21 1'40.486 0.775 0.489 181.458
5 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 26 1'41.105 1.394 0.619 180.347
6 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 28 1'41.232 1.521 0.127 180.120
7 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 23 1'41.329 1.618 0.097 179.948
8 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 28 1'41.429 1.718 0.100 179.771
9 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 24 1'42.035 2.324 0.606 178.703
10 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 21 1'42.108 2.397 0.073 178.575
11 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 23 1'42.408 2.697 0.300 178.052
12 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 25 1'42.412 2.701 0.004 178.045
13 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 20 1'42.452 2.741 0.040 177.976
14 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 23 1'42.630 2.919 0.178 177.667
15 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 25 1'43.177 3.466 0.547 176.725
16 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 25 1'43.240 3.529 0.063 176.617
17 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 30 1'43.485 3.774 0.245 176.199
18 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 30 1'43.849 4.138 0.364 175.581
19 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 29 1'44.036 4.325 0.187 175.266
20 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 11 1'45.160 5.449 1.124 173.392

 

Prossimo Articolo
Verstappen: "Vedendo Ocon che starà a piedi ho fatto bene a non legarmi a una Casa"

Articolo precedente

Verstappen: "Vedendo Ocon che starà a piedi ho fatto bene a non legarmi a una Casa"

Prossimo Articolo

Piero Ferrari ricorda Sergio Marchionne nel giorno della commemorazione a Torino

Piero Ferrari ricorda Sergio Marchionne nel giorno della commemorazione a Torino
Carica commenti