Silverstone, Day 2: colpo di coda della Ferrari. Raikkonen chiude primo

Kimi Raikkonen e la Ferrari hanno centrato il miglior tempo del secondo e ultimo giorno di test di Formula 1 sulla pista di Silverstone. Alle spalle del finnico ecco la Mercedes W07 di Ocon e la Red Bull RB12 di Gasly.

Se il primo giorno di test della Formula 1 sul tracciato di Silverstone aveva sorriso alla McLaren, con Fernando Alonso che era riuscito a centrare il miglior tempo prima della pioggia pomeridiana, oggi il cielo britannico si è tinto del rosso Ferrari.

Kimi Raikkonen è infatti stato il più veloce non solo del secondo e ultimo giorno di prove, bensì dell'intera due giorni grazie al miglior crono di 1'30"665, staccato nell'ultima ora a sua disposizione grazie a un set di gomme Soft. Il finnico ha ereditato il volante della Ferrari SF16-H da Charles Leclerc e, dopo i problemi alla power unit sorti ieri che avevano costretto il monegascco a fare solo 18 giri, la rossa si è comportata bene chiudendo la giornata con 103 giri totali. Il ferrarista ha inoltre valutato alcune novità provate sulla SF16-H, che dovranno servire a migliorare le prestazioni nel prosieguo della stagione.

Secondo posto a mezzo secondo dal primo per Esteban Ocon e la Mercedes W07 Hybrid. Il francese è rimasto a lungo in vetta alla graduatoria generale dei tempi, venendo scavalcato proprio in extremis dall'esperto pilota della Ferrari. Ocon ha comunque compiuto ben 139 giri, anche oggi il driver più attivo in pista dopo i 123 di ieri. Anche in questa occasione la Mercedes ha coperto la distanza di 5 Gran Premi in due giorni.

Pierre Gasly ha portato la Red Bull RB12 al terzo posto, staccato di oltre due decimi da Ocon, ma oggi il francese è stato in grado di percorrere più giri rispetto a ieri: 102 contro 50. Il team di Milton Keynes ha provato le gomme Soft nell'ultima ora di test riuscendo a risalire sino al terzo posto, ma anche qualche novità in vista della seconda parte di stagione, che potrebbe consentire alla scuderia britannica di rafforzare il proprio status di seconda forza del campionato.

La sorpresa della giornata è stata firmata da Nikita Mazepin, capace di portare la Force India VJM09 in quarta posizione, a 896 millesimi di secondo dalla Ferrari di Raikkonen. Il russo ha sfruttato bene le gomme Soft usate nel pomeriggio, ma nel corso della mattinata era sembrato a proprio agio anche con gomme medie. La Force India ha compiuto alcuni aero test nel corso della mattinata, entrando in pista con vistosi rastrelli posti dietro alle ruote anteriori e pieni di sensori.

Dopo il primo posto di ieri, viziato però dalla pioggia, oggi la McLaren ha affidato la MP4-31 a Stoffel Vandoorne. Il belga, che ha protato il primo punto nel Mondiale 2016 al team di Woking, ha chiuso le prove odierne al quinto posto dopo aver montato le gomme Soft nel pomeriggio. Così come per la Force India, anche la McLaren ha svolto alcuni test aerodinamici, volti a comprendere meglio il comportamento dei flussi derivanti dalla zona anteriore della monoposto. Stoffel ha chiuso a poco più di un secondo da Raikkonen.

Colpo di reni nel finale di sessione per Valtteri Bottas che, per gran parte della giornata, è rimasto nelle posizioni di rincalzo per valutare alcune nuove componenti aerodinamiche sulla Williams FW38. Il finnico è risalito al sesto posto proprio all'ultimo tentativo a sua disposizione, scavalcando la Haas F1 VF-16 di Santino Ferrucci. Il team americano ha svolto invece numerose prove di pit stop nel corso della mattina, mentre nel pomeriggio hanno cercato di migliorare l'assetto della monoposto per poi sfruttarlo nei prossimi GP. Ricordiamo infatti che il team diretto da Gunther Steiner non dovrebbe portare più aggiornamenti significativi in questo 2016.

Jolyon Palmer e la Renault si sono allineati a molti team presenti a questi test cercando di raccogliere dati sull'aerodinamica anteriore della vettura, ma sul giro secco il britannico ha mostrato ancora qualche difficoltà di troppo, chiudendo ottavo nonostante abbia firmato il suo miglior tempo con gomme Soft.

Ancora prove sul nuovo cofano motore per la Toro Rosso. Sulla STR11 oggi si è visto il brasiliano Sergio Sette Camara, uno dei protagonisti della FIA F3 Europea. La nuova componente ha la finalità di migliorare il raffreddamento dell'ERS della power unit Ferrari, ma anche migliorare i flussi che arrivano all'ala anteriore, per rendere il suo lavoro più efficiente.

Jordan King è salito al penultimo posto nelle ultime due ore di prove con la Manor MRT05, mettendosi alle spalle Pascal Wehrlein. Il tedesco ha provato anche oggi le mescole 2017 della Pirelli, al volante di una Mercedes del 2014, la W05 Hybrid. Pascal ha totalizzato ben 127 giri, risultando il secondo pilota più attivo in pista.

PosizionePilotaVetturaTempo/GapGiriGomme
1 Kimi Raikkonen Ferrari SF16-H 1'30”665 103 Soft
2 Esteban Ocon Mercedes W07 Hybrid +0"547 139 Soft
3 Pierre Gasly Red Bull RB12 +0"764 102 Soft
4 Nikita Mazepin Force India VJM09 +0"896 69 SuperSoft
5 Stoffel Vandoorne McLaren MP4-31 +1"099 114 SuperSoft
6 Valtteri Bottas Williams FW38 +1"758 98 Soft
7 Santino Ferrucci Haas F! VF-16 +2"476 106 Soft
8 Jolyon Palmer Renault RS16 +2"643 98 Soft
9 Sergio Sette Camara Toro Rosso STR11 +3"375 81 Medie
10 Jordan King Manor MRT05 +4"395 69 Medie
11 Pascal Wehrlein Mercedes W05 Hybrid +5"517 127 Medie
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Silverstone, test di luglio
Sub-evento Mercoledì
Circuito Silverstone
Articolo di tipo Test