Shovlin: "Senza bandiera rossa Hamilton si sarebbe ritirato"

Il pilota inglese ha subìto un danno al cerchio anteriore sinistro nello scontro iniziale con Max Verstappen ed Andrew Shovlin ha ammesso come la bandiera rossa sia stata provvidenziale per consentire al team di sostituirlo ed evitare ad Hamilton il ritiro.

Shovlin: "Senza bandiera rossa Hamilton si sarebbe ritirato"

Il primo giro del Gran Premio di Silverstone passerà alla storia per il contatto che ha infiammato la lotta mondiale tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Quando i due sono arrivati affiancati alla Copse, il pilota inglese ha colpito con l’anteriore sinistra la posteriore destra del portacolori della Red Bull.

Ad avere la peggio è stato proprio Max, finito contro le barriere a gran velocità ma uscito fortunatamente illeso dai rottami della RB16B.

La direzione gara ha immediatamente fatto scendere in pista la safery car per poi interrompere la corsa con bandiera rossa per consentire ai commissari di rimuovere la Red Bull di Verstappen e riparare le barriere danneggiate nell’urto.

La sospensione della gara ha consentito alla Mercedes di ispezionare la monoposto di Hamilton per verificare quali danni avesse riportato nell’impatto ed i meccanici della scuderia di Brackley hanno avuto la possibilità di sostituire le componenti danneggiate.

A sottolineare quanto questa interruzione sia stata fondamentale per il successo di Hamilton è stato Andrew Shovlin: “Il cerchio anteriore sinistro si era danneggiato nell’impatto e se la gara non fosse stata sospesa Lewis sarebbe stato costretto al ritiro”.

“Gli altri danni erano di poca entità. Si era staccato un sensore di temperatura degli pneumatici, la componente meno importare dell’ala anteriore e l’unica che è stata danneggiata”.

Hamilton è stato ritenuto responsabile per il contatto con Verstappen e punito dal collegio dei commissari con una penalità di 10 secondi. Nonostante ciò è riuscito a conquistare ugualmente il successo grazie ad una grande rimonta ai danni di Leclerc completata a due giri dal termine.

“Dalle nostre simulazioni eravamo certi che lo avremmo raggiunto a due giri dalla fine” ha proseguito Shovlin.

“Pensavamo che a cinque tornate dal termine Lewis potesse avere un calo delle gomme, ma è riuscito a mantenere un vantaggio di 8 decimi su Charles ad ogni giro. Non stava perdendo performance ed era soddisfatto dell’equilibrio della vettura”.

“E’ stato bello ammirare quello stint finale. È stata una grande e meritata vittoria”.

condivisioni
commenti
Bel gesto di Vettel: raccoglie i rifiuti dopo il GP a Silverstone

Articolo precedente

Bel gesto di Vettel: raccoglie i rifiuti dopo il GP a Silverstone

Prossimo Articolo

Report Live: ora tra Max e Lewis è guerra aperta

Report Live: ora tra Max e Lewis è guerra aperta
Carica commenti
Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello Prime

Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello

Vettel è stato squalificato dal GP d'Ungheria per non aver avuto il litro necessario nel serbatoio a fine gara. Aston Martin medita il ricorso puntando il dito contro le pompe d'aspirazione del carburante usate in verifica. Ecco cos'è successo nel weekend e cosa potrà succedere nelle prossime ore...

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale Prime

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale

Andiamo a ripercorrere tutte le emozioni del Gran Premio di Ungheria nella nostra ricostruzione grafica. Dopo il caos della prima partenza e l'indecisione della Mercedes nel cambiare gomme ad Hamilton, l'inglese si è lanciato nella rimonta che lo ha portato al terzo gradino del podio

Formula 1
2 ago 2021
Minardi: "Alonso un maestro, Bottas e Stroll disastrosi" Prime

Minardi: "Alonso un maestro, Bottas e Stroll disastrosi"

Il Gran Premio d'Ungheria, oltre alle sorprese e ai colpi di scena continui, ha regalato tanti promossi e altrettanti bocciati. Ecco le pagelle del weekend ungherese stilate e commentate da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Formula 1
2 ago 2021
Bobbi: "Ora Verstappen è mentalmente sottoterra" Prime

Bobbi: "Ora Verstappen è mentalmente sottoterra"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano il Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 dove si può essere invertita l'inerzia del Mondiale. Lewis sta lontano dai guai e, nonostante strategie discutibili, chiude terzo. Verstappen, invece, è vittima di un secondo incidente e chiude in decima posizione

Formula 1
2 ago 2021
Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon" Prime

Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentato il Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Formula 1
1 ago 2021
GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max Prime

GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position numero 101 della carriera in occasione del GP d'Ungheria. L'inglese scatta davanti al compagno di team, Valtteri Bottas, mentre Max Verstappen è terzo: ma attenti all'olandese, che partirà con gomma Soft...

Formula 1
1 ago 2021
Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste" Prime

Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste"

In questa puntata di Piloti Top Secret, andiamo ad analizzare le qualifiche del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu. Lewis Hamilton conquista la pole numero 101 della carriera davanti al compagno Mercedes Valtteri Bottas ed alla Red Bull di Verstappen

Formula 1
31 lug 2021
Piola: "Le scelte tattiche Red Bull sono di chi si sta difendendo" Prime

Piola: "Le scelte tattiche Red Bull sono di chi si sta difendendo"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano il sabato di qualifica del Gran Premio d'Ungheria, caratterizzato da giochi di nervi e tattiche...

Formula 1
31 lug 2021