F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Sauber: quando il bargeboard si trasforma in una bat-wing

La Sauber a Spa ha portato una sorta di Spec B della C35: nel posteriore il pacchetto aerodinamico è stato completato da un alettone più carico ai lati e meno resistente nella parte centrale.

Nel pacchetto aerodinamico che la Sauber ha portato a Spa ci sono anche dei nuovi bargeboard montati sotto alla scocca. E' interessante notare che fino a Hockenheim la prima paratia di questo elemento aerodinamico facesse ancora parte del muso, mentre nella versione che ha fatto il suo debutto in Belgio c'è stato un sensibile arretramento della struttura in carbonio che adesso è composta da tre elementi e due soffiaggi.

Si osserva anche la presenza di un vistoso marciapiede orizzontale che lega i tre elementi e che si inarca in coda, proprio in prossimità del T-tray. Gli aerodinamici di Hinwil, infatti, pare che abbiano voluto inglobare nel bargeboard anche quella che per la Red Bull RB12 è la Bat-wing.

Sauber C38, ala posteriore
Sauber C38: l'ala posteriore di Spa

Photo by: Giorgio Piola

Sopra, ecco l'ala posteriore che è stata portata in Belgio per completare il pacchetto da medio-basso carico: si tratta di una soluzione non nuova caratterizzata dal profilo principale con un disegno a cucchiaio rovesciato, visto che la parte più scarica è quella centrale dove il bordo d'entrata è rialzato.

Il flap mobile, invece, è caratterizzato da due scanalature a V e da un nolder. La paratia laterale presenta ben sei soffiaggi orizzontali segno che la Sauber ha bisogno di carico aerodinamico nel posteriore per dare stabilità al retrotreno.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Belgio
Sub-evento Giorgio Piola, analisi tecnica
Circuito Spa-Francorchamps
Piloti Marcus Ericsson , Felipe Nasr
Team Sauber
Articolo di tipo Analisi
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola