Sauber: Ericsson e Nasr si sono chiariti sull'incidente di Monaco

Lo svedese ed il brasiliano ne hanno discusso insieme alla squadra, dicendosi quello che si dovevano dire, ma ora vogliono solo pensare al GP del Canada che li attende questo fine settimana.

La Sauber sta vivendo un avvio di stagione molto complicato, dovendo fare i conti con risorse limitate che non gli stanno permettendo di sviluppare a dovere la C35. A Monaco ci hanno pensato i due piloti a complicare ulteriormente la situazione, entrando in contatto tra di loro alla Rascasse, nonostante la squadra avesse già comunicato a Felipe Nasr di cedere la posizione a Marcus Ericsson.

Un contatto che ha obbligato entrambe le monoposto al ritiro e che costerà anche tre posizioni in griglia allo svedese. Se non altro, appena arrivati a Montreal, i due compagni hanno rivelato di aver appianato le proprie divergenze.

Ericsson è stato tra i protagonisti della conferenza stampa inaugurale del weekend, durante la quale ha detto: "Abbiamo parlato di quello che è successo a Monaco ed abbiamo chiarito la situazione. Le nostre opinioni sono diverse, ma abbiamo comunque trovato un accordo. Ora sono molto concentrato su Montreal".

Piuttosto simile il discorso di Felipe Nasr nell'ambito del suo incontro con i media: "Ci siamo lasciati Monaco alle spalle. Ci siamo detti quello che ci dovevamo dire, ma ora siamo qui per un'altra gara. Ci siamo seduti con la squadra ed abbiamo chiarito tutto: quello che è successo a Monaco, rimane a Monaco. Ora dobbiamo guardare avanti".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Canada
Sub-evento GIovedì
Circuito Circuit Gilles-Villeneuve
Piloti Marcus Ericsson , Felipe Nasr
Team Sauber
Articolo di tipo Ultime notizie