Sauber e Force India inviano una lettera alla FIA sulle regole dei motori

condivisioni
commenti
Sauber e Force India inviano una lettera alla FIA sulle regole dei motori
Adam Cooper
Di: Adam Cooper
Tradotto da: Matteo Nugnes
17 mag 2016, 14:30

La Sauber e la Force India hanno scritto una lettera congiunta a Bernie Ecclestone ed alla FIA, che illustra i loro dubbi relativi all'accordo recentemente raggiunto sul tema motori.

Nico Hulkenberg, Sahara Force India e Marcus Ericsson, Sauber F1 Team
Robert Fernley, Vice Team Team Principal Sahara Force India F1 nella Conferenza stampa FIA
Marcus Ericsson, Sauber C35
Monisha Kaltenborn, Sauber Team Principal con Robert Fernley, Sahara Force India F1 Team Vice Team P
Nico Hulkenberg, Sahara Force India F1 VJM09
Sergio Perez, Sahara Force India F1 VJM09
Marcus Ericsson, Sauber C35 and team mate Felipe Nasr, Sauber C35 battle for position
Monisha Kaltenborn, Sauber Team Principal

Anche se l'accordo è stato pensato in gran parte per dare alle squadre più piccoli i motori a prezzi inferiori in futuro, questi due team sembrano convinte che non sia stato fatto abbastanza per aiutarle.

Inoltre, credono che ci siano diverse domande riguardo al processo che ha portato alla chiusura di questo accordo.

Il vice team principal della Force India, Bob Fernley, ed il team principal della Sauber, Monisha Kaltenborn, sono stati nel motorhome di Bernie Ecclestone lo scorso fine settimana a Barcellona, poi hanno incontrato anche Jean Todt.

Fernley ha confermato che le squadre hanno scritto una lettera, ma si è rifiutato di commentare il suo contenuto.

"E' stata inviata una lettera alla FIA ed ai proprietari dei diritti commerciale per spiegare la nostra posizione" ha detto a Motorsport.com. "Non voglio negare che l'abbiamo inviata, ma non voglio commentare oltre".

Nel frattempo, le due squadre rimangono in attesa di una risposta per la denuncia congiunta che avevano presentato alla Commissione della Concorrenza dell'Unione Europea.

"L'Unione Europea si sta leggermente ristrutturando, a causa delle pressioni a cui è sottoposto il Dipartimento della Concorrenza" ha spiegato Fernley.

"I problemi legati allo sport sono stati messi in una divisione specifica. Siccome questa è stata spostata, bisogna aspettare. Una volta che saranno pronto, ci informeranno".

"Dal nostro punto di vista, possiamo solo lavorare seguendo i processi disponibili e, ovviamente, ci piacerebbe che ad indagare fosse l'Unione Europea, perché chiaramente abbiamo bisogno di un organismo indipendente, che ha il bisogno di apportare modifiche se necessario e se dovesse ritenere che la nostra denuncia è ragionevole".

Riguardo alla reazione di Ecclestone per questa denuncia, Fernley ha aggiunto: "In tutta onestà, Bernie ha affrontato tutto in maniera molto professionale. Sa che non siamo felici e rispetta la nostra posizione".

Prossimo articolo Formula 1
La Ferrari non controlla l'aumento della pressione delle gomme

Articolo precedente

La Ferrari non controlla l'aumento della pressione delle gomme

Prossimo Articolo

GP di Monaco: nel tunnel si perde il 25% del carico aerodinamico!

GP di Monaco: nel tunnel si perde il 25% del carico aerodinamico!
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Sauber , Force India
Autore Adam Cooper
Tipo di articolo Ultime notizie