Saltata la partnership tra Sauber e Honda, c'è un rilancio Ferrari?

condivisioni
commenti
Saltata la partnership tra Sauber e Honda, c'è un rilancio Ferrari?
Chiara Rainis
Di: Chiara Rainis , Motorsport.com Switzerland
27 lug 2017, 15:06

Alla vigilia del GP d’Ungheria è stato confermato il mancato accordo tra la scuderia elvetica e il motorista nipponico per la fornitura dei propulsori nel 2018, ruolo che sarà ricoperto dalla Casa di Maranello.

Sauber C36: bargeboards
Sauber C36: le sezioni della carrozzeria
Sauber C36: la fiancata
Sauber C36 in the garage
Pascal Wehrlein, Sauber C36
Marcus Ericsson, Sauber C36, Pascal Wehrlein, Sauber C36

Alla vigilia del Gran Premio sull'Hungaroring è stato confermato il mancato accordo tra la scuderia elvetica e il motorista nipponico per la fornitura dei propulsori nel 2018, ruolo che quasi certamente sarà ricoperto dalla Casa di Maranello.

Come rivelato con largo anticipo da Motorsport.com, il team di Hinwil non monterà power unit giapponesi nella prossima stagione. 

A quanto pare le divergenze tra Masashi Yamamoto e Frederic Vasseur hanno prevalso, mandando in fumo un contratto già firmato con Monisha Kaltenborn, la ex boss dell’equipe svizzera cacciata a pochi giorni dal round di Baku. 

“Avevamo costruito un rapporto solido con la squadra ed eravamo ansiosi di assisterli nel campionato venturo, tuttavia durante le discussioni con la nuova gestione abbiamo entrambi compreso la necessità di interrompere il progetto avendo idee diverse sulla direzione da intraprendere”, ha spiegato Yamamoto.

“La passione del marchio per il motorsport e il suo forte impegno in Formula 1 resteranno comunque inalterati”.

“E’ triste dover rinunciare ad una collaborazione pianificata a questo punto dell’anno. Ciò nonostante la decisione è stata presa per ragioni strategiche e per garantire il meglio al team nel futuro”, il commento di Vasseur. 

A fronte dello strappo la Sauber dovrebbe rientrare nell'orbita della Ferrari: la Casa di Maranello fornirà le power unit 2018 alla squadra svizzera che accetterà di avere nel team accanto a Marcus Ericsson uno dei due giovani che il Cavallino sta allevando: Antonio Giovinazzi e Charles Leclerc.

Dal canto suo la Honda dovrebbe conservare la collaborazione con la McLaren malgrado le tante problematiche emerse dal 2015 ad oggi, e forse, indiscrezioni di Budapest, unirsi alla Toro Rosso.

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Ferrari, Sauber
Autore Chiara Rainis
Tipo di articolo Ultime notizie