Sainz spiega: "Ho perso la gara con la bandiera rossa"

Sainz sfiora la prima vittoria della carriera in F1 a Monza, dove per un soffio chiude al secondo posto dietro al sorprendente Gasly. Lo spagnolo della McLaren ha spiegato quale sia stato il momento chiave della sua gara.

Sainz spiega: "Ho perso la gara con la bandiera rossa"

"One more lap...". Se ci fosse stato un giro in più... Questo è ciò che ha detto via radio al proprio team Carlos Sainz Jr, che oggi a Monza ha avuto la prima, vera opportunità della carriera di portare a casa una gara di Formula 1.

Alla fine questa è scappata per pochi decimi, dopo una gara a dir poco entusiasmante. Carlos, Hamilton escluso perché su un altro pianeta, era il pilota più veloce in pista. Un ritmo gara eccellente, sfruttando un assetto che gli ha permesso di essere veloce nel primo e terzo settore, soffrendo un po' troppo in quello centrale.

E' forse nel tratto delle due Lesmo in cui Carlos ha perso la gara, perché proprio lì Gasly è stato capace di costruire una difesa arcigna, ma a conti fatti efficace. A fine gara, lo spagnolo della McLaren si è lasciato andare alla delusione nel giro di rientro, ma ha anche capito di aver comunque messo in piedi una gara eccezionale.

"Il secondo posto è un grandissimo risultato, ma sono anche deluso di questo secondo posto. E' incredibile pensare di aver avuto la possibilità di lottare per la vittoria oggi. Ci siamo andati molto vicini, vicinissimi".

La cosa che più ha fatto piacere a Sainz, è aver capito che anche senza l'intervento della Safety Car e della bandiera rossa sarebbe riuscito a portare a casa il secondo posto. Una conquista non da poco, considerando le acque in cui navigava il team appena una stagione e mezza fa.

"Ci è mancato un giro, ma forse la vittoria l'abbiamo persa prima, con la bandiera rossa. Perché dietro alla Safety Car sapevo che a Lewis era stata comminata una penalità di 10" e Stop&Go. Quella mi avrebbe portato in testa. Ero il leader virtuale della gara. A quel punto quando è uscita la bandiera rossa ero molto incazzato. Non ero contento".

"In una gara normale saremmo riusciti a chiudere al secondo posto alle spalle di Lewis, perché avevamo un ottimo passo e il risultato sarebbe stato meritato. Ma poi alla fine ci siamo trovati Pierre davanti e mi sono chiesto come potesse essere".

"Siamo stati un po' sfortunati con la safety car, ma sono riuscito molto presto a recuperare la seconda posizione. Sono molto contento del secondo posto perché siamo stati veloci per tutto il fine settimana. Ho dominato il pacchetto centrale della griglia in maniera facile e sono molto contento di questo".

"Dobbiamo essere fieri del fatto che questo secondo posto, per noi, è frutto di prestazioni reali. Siamo riusciti a tornare subito secondo dopo la Safety Car e ho recuperato su Pierre nonostante avessi montato un treno di Medium usate. Alla fine siamo arrivati sul traguardo distanziati di 3 decimi. Il passo della macchina era ottimo. Avrei probabilmente chiuso la gara dietro Lewis, ma alla fine è andata così".

"Speriamo di avere altre occasioni. Sappiamo che in questa Formula 1 non è facile vincere, soprattutto con questa Mercedes, ma oggi abbiamo avuto la nostra opportunità. Forse non abbiamo avuto quel pizzico di fortuna che invece ha avuto Pierre con la bandiera rossa, ma avevamo molto passo. Noi abbiamo dato il massimo".

condivisioni
commenti
Gasly: "Gara folle, ancora fatico a credere di aver vinto!"
Articolo precedente

Gasly: "Gara folle, ancora fatico a credere di aver vinto!"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Non ho visto il rosso, imparo anche da questo"

Hamilton: "Non ho visto il rosso, imparo anche da questo"
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021