Sainz: "Racing Point? Troppo distanti dai team di centro gruppo!"

condivisioni
commenti
Sainz: "Racing Point? Troppo distanti dai team di centro gruppo!"
Di:
3 lug 2020, 17:05

Al termine delle Libere 2 del GP d'Austria, Carlos Sainz è contento del passo gara mostrato sebbene sia stato rallentato dalla rottura dell'ala anteriore dopo un passaggio su un dissuasore.

Avevamo lasciato la McLaren ai test di Barcellona in una forma considerevole, specialmente sul passo gara dove - grazie a Carlos Sainz Jr - aveva brillato e ottenuto riscontri molto interessanti.

Qualche mese più tardi, con Sainz ancora a Woking e promesso sposo della Ferrari nel 2021, ritroviamo le monoposto color papaya in posizioni di tutto rispetto. A destare impressione, ancora una volta, è stato lo spagnolo.

Nelle Libere 1 Carlos ha ottenuto un tempo degno di nota, mentre nel secondo svolto questo pomeriggio ha faticato di più sul giro secco, dando però la netta sensazione di avere un passo gara molto interessante.

"Per noi è stata una buona giornata", ha dichiarato il madrileno. "E' andato tutto bene anche dal punto di vista fisico. Non ho faticato più di tanto. Mi aspettavo fosse molto peggio di come invece è stato. Per il team è stata una giornata positiva. Nelle libere 1 siamo riusciti a fare tanti giri e la macchina mi piaceva già molto. Era ben bilanciata, così come lo era quando finimmo i test invernali di Barcellona".

Se il passo gara è apparso subito buono, bisogna anche considerare che Carlos non è riuscito a mostrare tutto il potenziale della MCL35 a causa di un passaggio su uno dei dissuasori al di là dei cordoli che non sono stati tolti, in cui ha danneggiato l'ala anteriore. Ecco perché i visi nei box della McLaren sono tutt'altro che tirati.

"Non sapevamo dove fossimo rispetto agli altri. Nelle Libere 2, invece, abbiamo trovato qualche difficoltà con i dissuasori. In uno di quelli ho danneggiato la mia ala anteriore, ma il passo gara è stato comunque buono sebbene non sia stato quello che avrei potuto fare. Non sono riuscito a far vedere il nostro vero passo. Ma la cosa che conta è che siamo in lotta per posizioni importanti".

"Quando ho letto la notizia legata ai cordoli, tolti in Curva 9 e 10, ho poi potuto constatare nella passeggiata in pista di ieri che alcuni erano rimasti. E questi sono molto pericolosi, perché danneggiano le vetture molto di più rispetto alla ghiaia, all'erba. Secondo me dovremmo modificarli o toglierli tutti. Mi chiedo solo perché ne abbiano tolti alcuni".

Per concludere, Carlos non ha potuto fare a meno di commentare le strepitose prestazioni mostrate oggi dalle Racing Point. Le RP20 non solo hanno una sinistra somiglianza con le Mercedes W10, ma hanno anche prestazioni di altissimo livello. Tanto da portare il futuro pilota della Ferrari ad ammettere una superiorità dei rivali (nei confronti dei team di centro gruppo) che è al limite dell'imbarazzante in una pista così corta.

"Le Racing Point si sono mostrate piuttosto veloci oggi. Ci aspettavamo di vederle rapide, ma in un circuito così corto hanno un vantaggio tale sul resto dei team di metà classifica che è stato davvero impressionante. Secondo me sono troppo lontani per poter lottare con loro. Sembra almeno che potremo lottare con le Renault. Potrebbe essere divertente".

Scorrimento
Lista

Carlos Sainz Jr., McLaren durante la conferenza stampa

Carlos Sainz Jr., McLaren durante la conferenza stampa
1/19

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren durante la conferenza stampa

Carlos Sainz Jr., McLaren durante la conferenza stampa
2/19

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
3/19

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
4/19

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
5/19

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
6/19

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
7/19

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
8/19

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
9/19

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
10/19

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
11/19

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
12/19

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
13/19

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
14/19

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
15/19

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
16/19

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
17/19

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
18/19

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
19/19

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Red Bull va fino in fondo: reclamo contro il DAS Mercedes!

Articolo precedente

Red Bull va fino in fondo: reclamo contro il DAS Mercedes!

Prossimo Articolo

Hamilton: "La W11 è migliore della Mercedes 2019"

Hamilton: "La W11 è migliore della Mercedes 2019"
Carica commenti