Sainz: "Non ci possiamo lamentare oggi, anche se il pit stop..."

Carlos Sainz è raggiante dopo l'ottavo posto conquistato nel Gran Premio di Turchia. Il ferrarista, partito in diciannovesima posizione, è stato votato come driver of the day dopo una rimonta da capogiro, che lo ha visto protagonista di sorpassi e staccate importanti grazie ai quali ha risalito la china

Sainz: "Non ci possiamo lamentare oggi, anche se il pit stop..."
Carica lettore audio

Carlos Sainz pilota di giornata. Basterebbe forse questo a descrivere il Gran Premio di Turchia dello spagnolo in forza alla Ferrari. Sulla sua SF21, oggi, Carlos è parso davvero inarrestabile: dopo essere scattato dalla diciannovesima posizione per via della sostituzione completa della power unit, il pilota di Madrid si è reso protagonista di una bella serie di sorpassi, che lo hanno portato a transitare in ottava posizione sotto la bandiera a scacchi.

Leggi anche:

A lungo tra i piloti più veloce in pista, Sainz è spesso finito sotto la lente di ingrandimento della regia internazionale grazie ad attacchi mirati, al limite del chirurgico in alcuni casi. La sua felicità traspare chiaramente una volta raggiunto il parco chiuso.

"Ho fatto tanti sorpassi, uno per uno. Non sono partito bene, ero 19esimo dopo la prima curva. Ho dovuto spingere al massimo. Mi divertivo tanto, perché ne superavo uno al giro. Poi ho fatto fatica a gestire la gomma e anche quando c'era solo una linea asciutta. Poi sono stato molto veloce alla fine e ho recuperato un po' di tempo perso al pit", dichiara Sainz ai microfoni di Sky Sport F1.

Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21, Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21, Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

Il ferrarista guarda al bicchiere mezzo pieno, che vede la scuderia di Maranello recuperare punti sulla McLaren in classifica costruttori. Bicchiere mezzo pieno perché in occasione del cambio gomme i meccanici non sono stati rapidissimi nella procedura di rilascio, situazione che è costata forse un piazzamento migliore sotto la bandiera a scacchi.

"Oggi non dobbiamo lamentarci perché è andato tutto molto bene. Però quando finisci a 3 secondi dietro Norris e dopo 10 giri dietro a Ocon ci è costato un po', ma oggi non è una giornata per lamentarsi", commenta Carlos a riguardo.

Parte del merito, è innegabile, va alla nuova power unit del Cavallino: si tratta, come sappiamo, di un'unità il cui sistema ibrido è stato sviluppato e migliorato rispetto alla precedente versione. Fattore che ha riportato il sorriso tra gli uomini in rosso, piloti in primis.

"Con la nuova power unit va bene. Non voglio entrare nei dettagli - (delle migliorie, ndr.) - , ma questo dimostra che stiamo lavorando. Come team non ci stiamo fermando anche se mancano solo sette gare alla fine del Mondiale. Stiamo spingendo perché finire quarti e ottavi non ci interessa. Noi vogliamo vincere. Oggi è stata la mia prima gara in attacco da quando sono qui e ne voglio di più", conclude Sainz.

George Russell, Williams FW43B, sorpassa Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21
George Russell, Williams FW43B, sorpassa Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21
1/6

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41, George Russell, Williams FW43B e Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21.
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41, George Russell, Williams FW43B e Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21.
2/6

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21, Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21, Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
3/6

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43B, Fernando Alonso, Alpine A521, e Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
George Russell, Williams FW43B, Fernando Alonso, Alpine A521, e Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
4/6

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21
Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21
5/6

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Carlos Sainz Jr.
Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Carlos Sainz Jr.
6/6

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Verstappen: "Bene il 2° posto. Oggi era facile sbagliare"
Articolo precedente

Verstappen: "Bene il 2° posto. Oggi era facile sbagliare"

Prossimo Articolo

Leclerc: "Ci abbiamo provato, ma il graining mi ha beffato"

Leclerc: "Ci abbiamo provato, ma il graining mi ha beffato"
Carica commenti
Video | Bandiere: quali sono e come funzionano in F1 Prime

Video | Bandiere: quali sono e come funzionano in F1

Le bandiere in Formula 1 hanno molteplici significati: saperle riconoscere ad un primo sguardo è un requisito fondamentale per ogni pilota degno di questo nome. E voi, sicuri di conoscerle tutte? Scopriamolo insieme in questo nostro video

Formula 1
23 gen 2022
Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!" Prime

Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!"

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare con la lente d'ingrandimento della tecnica la monoposto presentata dal team Haas nella stagione 2021 di Formula 1. Una vettura dalla storia particolare, che è riuscita - nonostante tutto - a limitare i danni...

Formula 1
21 gen 2022
Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica" Prime

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica"

In attesa delle nuove monoposto, continua l'analisi delle vetture protagoniste della Formula 1 2021. In questo nuovo video di Motorsport.com, la lente d'ingrandimento tecnica di Franco Nugnes e Giorgio Piola è sulla Williams, team che mai come nella passata stagione ha adottato soluzioni inedite...

Formula 1
18 gen 2022
Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero" Prime

Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero"

Alfa Romeo ha investito tutte le proprie risorse in vista della stagione 2022 di Formula 1. Ciononostante, la C41 si è rivelata una monoposto dalla valida base meccanica, come dimostrato tanto da Raikkonen quanto da Giovinazzi, ma carente a livello aerodinamico

Formula 1
16 gen 2022
Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria” Prime

Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria”

Torniamo a parlare dei team di Formula 1 partecipanti alla stagione 2021 e di come si sono evoluti nel corso dell'anno appena trascorso. Ora tocca all'Alpine: la scuderia di Enstone è tornata alla vittoria in Ungheria e a podio in Qatar, sapendo correggere il tiro in corso d'opera

Formula 1
14 gen 2022
Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze” Prime

Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze”

In compagnia di Franco Nugnes, del Dottor Riccardo Ceccarelli e della psicologa Alice Ferrisi di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo ad analizzare e comprendere quelli che sono i comportamenti di un pilota nel suo confronto con i propri limiti

Formula 1
12 gen 2022
Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto" Prime

Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i dettagli tecnici dell'AlphaTauri. Il team di Faenza, giunto sesto in classifica finale dietro all'Alpine, avrebbe meritato di più da questo 2021. Ecco perchè...

Formula 1
11 gen 2022
Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono Prime

Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono

Le penalità in Formula 1 sono tra gli argomenti più discussi dell'ultimo periodo. Spesso e volentieri hanno avuto voce in capitolo per decidere il vincitore di un GP, altre volte addirittura per annullare tutti i punti conquistati in una stagione. Ecco una panoramica approfondita e dettagliata per spiegare chi le commina, perché e di che tipo possono essere

Formula 1
9 gen 2022