Sainz Jr regala il sesto posto alla Toro Rosso, ma la STR11 è altalenante...

condivisioni
commenti
Sainz Jr regala il sesto posto alla Toro Rosso, ma la STR11 è altalenante...
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
23 lug 2016, 17:30

Carlos Sainz Jr è stato autore di una grande Qualifica, in cui ha centrato il sesto posto assoluto. Lo spagnolo, però, è perplesso: "Perché nelle Libere 3 siamo andati piano e nelle Qualifiche così forte? Dobbiamo capirlo".

Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Dettaglio delle feritoie dell'abitacolo di Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Carlos Sainz Jr.., Scuderia Toro Rosso
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11

Al termine delle Qualifiche del GP d'Ungheria il "primo degli altri" questa volta è stato uno splendido Carlos Sainz Jr. Non parliamo dello spagnolo in senso dispregiativo, tutt'altro, perché è riuscito a portare la Toro Rosso STR11 in sesta posizione, davanti a vetture in questo momento più competitive della sua.

Alle sue spalle, infatti, troviamo la Ferrari di Kimi Raikkonen, ma anche entrambe le Force India di Hulkenberg e Perez e le Williams di Massa e Bottas. Senza contare poi le McLaren MP4-31 di Alonso e Button, negli ultimi periodi in netta ascesa prestazionale.

"Sono particolarmente soddisfatti di quanto fatto nella Q2 ancora una volta, perché sono passato tra i primi nell'ultimo tentativo, però la pista è migliorata un sacco e chi arrivava dietro di me era avvantaggiato. Ma sono comunque andato in Q3", ha dichiarato soddisfatto Sainz Jr al termine delle Qualifiche.

"Sono andato molto più forte di quanto fatto nei tre turni di libere e non so come sia potuto accadere. E' difficile da capire. Dobbiamo trovare il motivo per cui siamo andati male nelle Libere 3 e così bene in Qualifica".

Un risultato inaspettato

Carlos ha ammesso candidamente di essere sorpreso della sesta posizione, in parte figlia delle condizioni meteo, ma anche di un'ottima strategia dello spagnolo e del suo istinto: "Siamo tornati ad avere un ottimo ritmo e dobbiamo essere contenti. Non ci aspettavamo questo risultato e quando mi hanno detto alla radio com'era andata sono stato davvero molto contento".

"Se domani non verrà a piovere la storia sarà molto diversa. Partiremo nelle prime posizioni ma alle spalle abbiamo monoposto molto competitive. Dobbiamo cercare di rimanere davanti e prendere punti importanti".

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: irrobustita la protezione della turbina dello 061/1

Articolo precedente

Ferrari: irrobustita la protezione della turbina dello 061/1

Prossimo Articolo

Simulazione GP Germania: in pieno per il 66% del giro a Hockenheim

Simulazione GP Germania: in pieno per il 66% del giro a Hockenheim
Carica commenti