Sainz: "Ho rischiato tanto e l'azzardo ha pagato!"

Lo spagnolo ha chiuso le qualifiche di Monza con il terzo tempo ad 8 decimi dalla Mercedes, ma è stato il migliore degli altri prendendosi qualche rischio di troppo alla Parabolica ed alla Ascari.

Sainz: "Ho rischiato tanto e l'azzardo ha pagato!"

Un giro perfetto che lo ha incoronato a sorpresa il migliore degli altri. Carlos Sainz ha chiuso la sessione di qualifiche di Monza con un inatteso terzo tempo in 1’19’’695 che domani gli consentirà di scattare dalla seconda fila alle spalle delle due imprendibili Mercedes di Hamilton e Bottas.

Lo spagnolo è stato autore di un ultimo tentativo quasi perfetto che gli ha consentito di precedere nella classifica dei tempi Sergio Perez per appena 25 millesimi.

Sainz è apparso decisamente soddisfatto durante le interviste di rito ed ha voluto sottolineare come il feeling con la sua McLaren sia stato subito ottimale dai primi giri percorsi in pista sin dal venerdì.

“Onestamente mi sono sentito a mio agio con la vettura sin dalle Libere. Sono riuscito a fare un gran bel giro da subito e poi ho cercato di raggiungere il 19’’6 che mi avrebbe garantito di partire tra i primi cinque e ci sono riuscito”.

L’ultimo tentativo di Sainz, però, non è stato immacolato. Lo spagnolo, infatti, ha commesso una piccola sbavatura alla Lesmo 1 che avrebbe potuto pregiudicare il risultato finale, ma il pilota della McLaren ha dato il massimo negli ultimi due settori per mettere una pezza all’errore compiuto all’inizio.

“Ho fatto un piccolo errore alla Lesmo 1 ed ho quasi perso il controllo della vettura. Sto ancora tremando per l’adrenalina perché alla Ascari ed alla Parabolica ho dovuto davvero volare”.

Carlos ha capito di dover chiedere il massimo alla sua McLaren per ottenere il terzo tempo ed ha rischiato non poco per mettere la sua vettura in seconda fila.

“Nel secondo tentativo della Q3 mi sono trovato nella posizione giusta. Non avevo iniziato il giro nel migliore dei modi ed avevo bisogno di affrontare in maniera perfetta le ultime curve. Ho rischiato tanto e l’azzardo ha pagato. Quando sono entrato alla Ascari ho capito che stavo chiudendo un gran bel giro”.

Dopo le belle performance viste nelle Libere riuscirà il pilota spagnolo a confermare il terzo posto anche in gara? Sainz si è mostrato piuttosto scettico da questo punto di vista…

“Non credo di avere il passo per il terzo posto, ma terremo duro. Pensavo che le Renualt ci sarebbero state davanti in qualifica ed invece sono alle nostre spalle”.

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
2/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
3/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, and Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Lando Norris, McLaren MCL35, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, and Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
5/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
6/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
7/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
8/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
9/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
10/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
11/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
12/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
13/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
14/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
15/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
17/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
18/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
19/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
20/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
21/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
22/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mekies: "Dobbiamo girare pagina e pensare al futuro"

Articolo precedente

Mekies: "Dobbiamo girare pagina e pensare al futuro"

Prossimo Articolo

Mercedes: no party (mode), no problem

Mercedes: no party (mode), no problem
Carica commenti
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021