Sainz: "Ho conquistato i due punti più frustranti della mia carriera"

Lo spagnolo, nono al traguardo, avrebbe potuto ambiare ad un piazzamento ben più prestigioso ma le gomme medie e la sospensione con bandiera rossa lo hanno relegato ai piedi della Top Ten.

Il nono posto conquistato da Carlos Sainz Jr. a Melbourne non deve trarre in inganno. La Toro Rosso ha mostrato un ottimo potenziale sul tracciato australiano, riuscendo nelle prime fasi di gara ad occupare posizioni importanti in classifica, ma dopo l'interruzione della gara, a seguito del violento incidente di Alonso, i valori in campo si sono ribaltati e la strategia ha giocato un ruolo fondamentale.

Sainz Jr.  ha così conquistato due punti. Un risultato che lascia l'amaro in bocca allo spagnolo del team di Faenza, certo che il passo gara mostrato potesse consentirgli di conquistare un risultato migliore.

"Se consideriamo il passo che avevamo in qualifica e quello che abbiamo visto in gara, concludere al nono e decimo posto non è quello che speravamo. Potevamo raggiungere posizioni decisamente migliori".

"Non è quello che ci aspettavamo ed è frustrante. Ho conquistato due punti, probabilmente i due punti meno graditi della mia carriera. Non sono soddisfatto, non mi sembra un gran risultato. Lo scorso anno avrei accolto con soddisfazione un risultato simile, quest'anno no anche in considerazione del passo mostrato". 

La delusione mostrata da Sainz Jr. è da attribuire, secondo lo spagnolo, alla mescola media delle gomme che lo ha penalizzato nei sorpassi nonostante avesse la velocità necessaria ad effettuarli.

"Dal mio punto di vista ho fatto tutto quello che ho potuto nella prima parte di gara, mentre nella seconda parte, dopo la bandiera rossa, Ricciardo si è posizionato davanti e non è stato possibile superarlo".

"Sono rimasto bloccato dietro Palmer ed ho dovuto studiare il punto migliore per superarlo, ma come avete potuto notare, una volta montate le gomme medie è stato molto difficile tentare un sorpasso. Hamilton con le stesse gomme non è riuscito a superarmi nonostante avessi distrutto l'anteriore sinistra. Alla fine sono riuscito a superare Palmer, ho anche effettuato una buona manovra al limite. Purtroppo, nonostante il DRS, non sono riuscito a superare Bottas".

Lo spagnolo, infine, torna sull'episodio che ha visto il suo compagno di team, Verstappen, colpirlo nella posteriore sinistra a poche tornate dal termine in un estremo tentativo di sorpasso dopo numerose lamentele comunicate via radio. Sainz Jr. non accenna ad alcuna polemica con l'olandese dato che la sua gara non è stata rovinata dalla manovra del diciottenne.

"Non ho nulla da dire circa il contatto con Max. Mi ha colpito da dietro, sono cose che possono capitare. Non ho nulla da rimproveragli non avendomi rovinato la gara". 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Australia
Sub-evento Domenica
Circuito Albert Park Circuit
Piloti Carlos Sainz Jr.
Team Toro Rosso
Articolo di tipo Intervista