Sainz: "Gli ultimi incidenti? Non si ripeteranno più"

Lo spagnolo della Ferrari, reduce da 3 incidenti nelle ultime 3 trasferte, ha affermato di non conoscere ancora la causa del crash di Monza e di non voler più dare lavoro extra ai suoi meccanici nei prossimi appuntamenti.

Sainz: "Gli ultimi incidenti? Non si ripeteranno più"

In occasione della seconda sessione di prove libere di Monza Carlos Sainz è stato protagonista di un violento incidente nel quale ha distrutto l’avantreno della sua Ferrari SF21. Lo spagnolo ha perso il controllo della monoposto al centro della variante Ascari per poi andare ad impattare frontalmente contro le barriere di protezione.

Per Sainz si è trattato del terzo incidente consecutivo quest’anno dopo quello avvenuto a Budapest, durante le qualifiche, ed a Zandvoort nell’ultima sessione di libere.

Carlos, subito dopo la fine del GP di Monza chiuso in sesta posizione, ha ammesso di avere avuto bisogno di ritrovare la fiducia nella vettura e non ha saputo spiegarsi cosa abbia provocato quell’incidente.

“Ovviamente è un incidente che avrei dovuto evitare ma per il quale non ho ancora una spiegazione. La vettura è stato sempre molto neutrale alla Ascari per l’intero weekend ed ho sofferto molto con il bilanciamento in quel punto”.

“Credo di essere ancora in una fase di apprendimento della monoposto. La Ferrari sembra essere piuttosto neutra a metà curva e devo prestare molta attenzione quando accelero”.

Ovviamente allo spagnolo è stato chiesto se ci sia un collegamento tra il crash di Monza e quelli avvenuti a Zandvoort e Budapest.

“Credo che si tratti di tre distinti incidenti dovuti a tre cause differenti. A Zandvoort è stato un mio errore. Sono andato leggermente fuori traiettoria ed ho perso il controllo della monoposto, mentre a Budapest ho sperimentato la più importante folata di vento improvvisa della mia carriera”.

Nonostante abbia evidenziato come debba ancora entrare in piena sintonia con la sua Ferrari, Sainz è stato elogiato per il rapido adattamento alla SF21 dopo aver abbandonato la McLaren al termine della scorsa stagione.

Il figlio d’arte occupa attualmente la settima posizione in classifica piloti con un ritardo di 6,5 punti da Leclerc, ed ha già ottenuto due podi con il suo nuovo team in questa prima parte di campionato.

Gli errori commessi in Olanda e a Monza hanno spinto Mattia Binotto a riprenderlo, esortandolo a non commettere altri errori nella seconda metà di stagione e Sainz è stato categorico nel rispondere ai richiami del suo team principal.

“Non accadrà di nuovo. Sono consapevole che non sono situazioni ideali perché ultimamente sono costati ai meccanici ed alla squadra qualche riparazione di troppo, ma sono certo che queste situazioni non si ripeteranno”.

“Alla fine è un qualcosa che utilizzerò per imparare, ma ho bisogno di cercare di capire perché sia capitato quell’incidente”.

condivisioni
commenti
Ceccarelli: “Ero sul muretto per festeggiare la McLaren!”

Articolo precedente

Ceccarelli: “Ero sul muretto per festeggiare la McLaren!”

Prossimo Articolo

Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti”

Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti”
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021