Sainz: "Ferrari ha tutto. Spero che sia migliore quando arriverò"

Il madrileno della McLaren ha parlato della situazione attuale del suo prossimo team, la Ferrari, sottolineando come a Maranello non debbano mollare, perché si può recuperare terreno come ha mostrato Renault quest'anno.

Sainz: "Ferrari ha tutto. Spero che sia migliore quando arriverò"

La Ferrari sta facendo i conti con uno dei periodi sportivi più neri della sua storia. Il team è al lavoro per pianificare il 2021 e preparare la rivoluzione tecnica in arrivo nel 2022 con il ritorno delle monoposto a effetto suolo, ma anche in un lavoro che possa migliorare le prestazioni della sin qui pessima (rispetto alle iniziali aspettative) SF1000.

In questa stagione, come ormai è noto, c'è uno spettatore esterno piuttosto interessato alle vicende del team di Maranello. E' Carlos Sainz Jr, futuro pilota Ferrari che a partire dal prossimo anno prenderà il posto di Sebastian Vettel.

Ieri, nel post gara, Sainz è stato visto passeggiare nel paddock accanto Mattia Binotto, suo prossimo team principal, dopo non essere riuscito a prendere il via del Gran Premio del Belgio a causa di un guasto sulla sua McLaren. Poco dopo il madrileno ha parlato della situazione del suo futuro team e lo ha fatto senza nascondere un pizzico di preoccupazione.

"Penso che la Ferrari sia la prima a non essere contenta di ciò che sta succedendo. E credo che sia possibile vedere quanto stia faticando. Ma credo che il loro problema vada oltre il motore, credo che abbiano un problema anche con il grip generale della macchina".

"Quando perdi così tanta potenza da un anno all'altro, e di solito questo non è un trend normale in F1, di solito ti aspetti di avere la stessa potenza dell'anno prima. Ma quando perdi così tanta potenza, sai che a Spa sarai in grossa difficoltà".

"Dunque penso sia un'anomalia vedere la Ferrari così indietro. Ma è normale dopo quello che abbiamo visto nelle prime gare. E' normale vederle perdere così nei rettilinei".

Avendo corso con il team ufficiale Renault 2 stagioni or sono e con una power unit della Casa transalpina anche in McLaren, Sainz ha individuato nel motore la principale causa del mali della SF1000. O meglio, il primo punto su cui intervenire, asserendo inoltre che Ferrari dovrebbe prendere spunto dai miglioramenti fatti nelle ultime 3 stagioni da Renault. Come dire: un modo per recuperare c'è sempre. Gli esempi ci sono.

"In generale penso che la Ferrari abbia bisogno di un grande passo avanti a livello di motore, dunque dovrebbero farlo con la prossima unità. So quanto sia difficile, perché Renault ha impiegato 3 anni e anche Honda ci ha messo un bel po' di tempo. Ma il fatto che Renault sia riuscita ad arrivare vicina alla Mercedes, dimostra che un recupero si può fare".

"Per me, se c'è una squadra con strutture, risorse, banchi motore per cercare di migliorare, quella è la Ferrari. Sono sicuro che la fabbrica stia lavorando a pieno regime e spero che quando arriverò a Maranello, il team sia migliorato un bel po'. E poi insieme possiamo fare il passo successivo".

condivisioni
commenti
Gasly: "Perez mi ha praticamente schiacciato a muro!"

Articolo precedente

Gasly: "Perez mi ha praticamente schiacciato a muro!"

Prossimo Articolo

Ferrari: nemmeno i pit stop sono più da primato

Ferrari: nemmeno i pit stop sono più da primato
Carica commenti
Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci” Prime

Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina con Motorsport.com. In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano della necessità di avere un ingegnere di pista capace di leggere, oltre ai numeri, anche le situazioni di gara e la psicologia del pilota

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1 Prime

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1

Il suo simbolo era un simpatico orsetto giallo, con tanto di casco. Rolls Royce, aerei privati, yacht, banchetti con aragoste e champagne: questo, e molto altro, era la Hesketh Racing. Ripercorriamo insieme la storia, e la prima vittoria, del team più stravagante e glamour della Formula 1.

Formula 1
22 giu 2021
La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica Prime

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica

In questa nostra consueta animazione grafica, mettiamo in luce gli aspetti chiave del Gran premio di Francia di Formula 1. Oltre ovviamente alla prepotente vittoria di Verstappen, va evidenziato come le due Ferrari di sainz e Leclerc, con il passar del tempo, sprofondavano sempre più in classifica

Formula 1
21 giu 2021
Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi” Prime

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio di Francia di Formula 1 corso sul tracciato del Paul Ricard. Ovviamente, sempre in compagnia di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
21 giu 2021
Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari" Prime

Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu il Gran Premio di Francia di Formula 1 in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. Lewis Hamilton e Max Verstappen ci hanno regalato una gara intensa, dove a farla da protagonista è stata la gestione delle gomme. Chi ha pagato più di tutti sotto questo punto di vista è stata la Ferrari: ecco perché...

Formula 1
21 giu 2021
Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari" Prime

Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari"

In questa puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano i fatti salienti del Gran Premio di Francia. Buon ascolto!

Formula 1
20 giu 2021
Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia Prime

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire la griglia di partenza del Gran Premio di Francia 2021: Max Verstappen parte dalla prima casella, precedendo le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Formula 1
20 giu 2021