Sainz: "Ferrari ha tutto. Spero che sia migliore quando arriverò"

Il madrileno della McLaren ha parlato della situazione attuale del suo prossimo team, la Ferrari, sottolineando come a Maranello non debbano mollare, perché si può recuperare terreno come ha mostrato Renault quest'anno.

Sainz: "Ferrari ha tutto. Spero che sia migliore quando arriverò"

La Ferrari sta facendo i conti con uno dei periodi sportivi più neri della sua storia. Il team è al lavoro per pianificare il 2021 e preparare la rivoluzione tecnica in arrivo nel 2022 con il ritorno delle monoposto a effetto suolo, ma anche in un lavoro che possa migliorare le prestazioni della sin qui pessima (rispetto alle iniziali aspettative) SF1000.

In questa stagione, come ormai è noto, c'è uno spettatore esterno piuttosto interessato alle vicende del team di Maranello. E' Carlos Sainz Jr, futuro pilota Ferrari che a partire dal prossimo anno prenderà il posto di Sebastian Vettel.

Ieri, nel post gara, Sainz è stato visto passeggiare nel paddock accanto Mattia Binotto, suo prossimo team principal, dopo non essere riuscito a prendere il via del Gran Premio del Belgio a causa di un guasto sulla sua McLaren. Poco dopo il madrileno ha parlato della situazione del suo futuro team e lo ha fatto senza nascondere un pizzico di preoccupazione.

"Penso che la Ferrari sia la prima a non essere contenta di ciò che sta succedendo. E credo che sia possibile vedere quanto stia faticando. Ma credo che il loro problema vada oltre il motore, credo che abbiano un problema anche con il grip generale della macchina".

"Quando perdi così tanta potenza da un anno all'altro, e di solito questo non è un trend normale in F1, di solito ti aspetti di avere la stessa potenza dell'anno prima. Ma quando perdi così tanta potenza, sai che a Spa sarai in grossa difficoltà".

"Dunque penso sia un'anomalia vedere la Ferrari così indietro. Ma è normale dopo quello che abbiamo visto nelle prime gare. E' normale vederle perdere così nei rettilinei".

Avendo corso con il team ufficiale Renault 2 stagioni or sono e con una power unit della Casa transalpina anche in McLaren, Sainz ha individuato nel motore la principale causa del mali della SF1000. O meglio, il primo punto su cui intervenire, asserendo inoltre che Ferrari dovrebbe prendere spunto dai miglioramenti fatti nelle ultime 3 stagioni da Renault. Come dire: un modo per recuperare c'è sempre. Gli esempi ci sono.

"In generale penso che la Ferrari abbia bisogno di un grande passo avanti a livello di motore, dunque dovrebbero farlo con la prossima unità. So quanto sia difficile, perché Renault ha impiegato 3 anni e anche Honda ci ha messo un bel po' di tempo. Ma il fatto che Renault sia riuscita ad arrivare vicina alla Mercedes, dimostra che un recupero si può fare".

"Per me, se c'è una squadra con strutture, risorse, banchi motore per cercare di migliorare, quella è la Ferrari. Sono sicuro che la fabbrica stia lavorando a pieno regime e spero che quando arriverò a Maranello, il team sia migliorato un bel po'. E poi insieme possiamo fare il passo successivo".

condivisioni
commenti
Gasly: "Perez mi ha praticamente schiacciato a muro!"
Articolo precedente

Gasly: "Perez mi ha praticamente schiacciato a muro!"

Prossimo Articolo

Ferrari: nemmeno i pit stop sono più da primato

Ferrari: nemmeno i pit stop sono più da primato
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021