Sainz felice: "Siamo andati bene in tutte le condizioni"

Il madrileno della Ferrari è stato autore di una bella rimonta che lo ha portato dall'11esimo posto iniziale fino al quinto, di poco alle spalle del compagno di squadra Charles Leclerc. "Ci sono cose in cui dobbiamo e devo migliorare, ma siamo sulla buona strada", ha ammesso Carlos.

Sainz felice: "Siamo andati bene in tutte le condizioni"

Per una qualifica ben al di sotto delle aspettative, ha corrisposto una gara con il coltello tra i denti, tutta all'attacco e di rimonta. E' stato il Gran Premio dell'Emilia Romagna svolto da Carlos Sainz, capace di chiudere quinto alla seconda uscita della carriera con la Ferrari dopo un pomeriggio che ha lasciato intravedere spiragli di luce intensi da parte del madrileno.

Sia chiaro, la sua gara non è stata esente da errori. Questi sono arrivati soprattutto nella prima parte, quando Carlos era intento a rimontare sotto la pioggia, forte di un ritmo davvero notevole grazie anche a una scelta d'assetto che ha premiato il carico aerodinamico a scapito della velocità di punta.

"Oggi era il momento di andare all'attacco dopo una giornata di ieri non così buona. Oggi siamo stati capaci di farlo. Ho preso un rischio grosso al primo giro, senza visibilità. Sono stato in grado di superare 3 o 4 vetture. E' stato il mio primo giro sotto la pioggia con la Ferrari, dunque non sapevo cosa sarebbe successo", ha affermato a fine gara l'ex pilota della McLaren.

E' parso chiaro che gli errori fatti da Sainz siano arrivati per la voglia di rimontare, essendo in possesso di una SF21 perfetta per le condizioni insidiose in cui Imola è stata per la prima parte di gara. Eppure, dopo esserne uscito indenne (ha perso però tanti secondi per 2 escursioni nelle vie di fuga), Sainz ha fatto vedere cose egregie anche con l'asfalto che è andato asciugandosi giro dopo giro.

"La strategia ha funzionato bene, sono stato capace di rimontare ed essere davvero veloce nel primo stint. Ho fatto un paio di errori che mi sono costanti davvero tanto tempo, ma era davvero la mia prima gara con la Ferrari sotto l'acqua e ho dovuto trovare il feeling con la frenata. Andavo davvero veloce e così sono riuscito a riparare agli errori molto velocemente. Sono stato davvero felice di aver chiuso quinto pur essendo partito dall'11esimo posto. Ma soprattutto vedere di avere un buon passo sul bagnato e anche sull'asciutto".

A distruggere le velleità di podio delle Rosse è stata la McLaren-Mercedes di Lando Norris. La gara di oggi ha mostrato bene come le MCL35M siano molto forti sui rettilinei e offrano ai propri piloti velocità di punta tali da potersi difendere in maniera concreta dagli attacchi di portati da quasi tutte le monoposto.

"La strategia era piuttosto chiara. La cosa più difficile è stata la scelta delle gomme da usare per la ripartenza dopo la bandiera rossa. Abbiamo visto che la McLaren si è presa un rischio montando le Soft e ha avuto graining, ma con la velocità di punta che avevano sul rettilineo, hanno potuto sorvolare su quell'aspetto. Era impossibile superarli, sia per Charles che per me. Siamo ancora un po' in difficoltà a superare le McLaren sui rettilinei. Sull'asciutto la Ferrari era buona, ma siamo ancora un po' indietro".

"E' vedo che da venerdì a sabato abbiamo aggiunto carico aerodinamico e perso in velocità di punta. McLaren ha guadagnato. Ma abbiamo ancora meno deportanza di loro e sono più veloci nei rettilinei. Abbiamo del lavoro da fare, ci sono ancora tante cose che devo imparare e che dobbiamo sistemare come squadra. Stiamo andando nella giusta direzione, non siamo sulla strada sbagliata".

condivisioni
commenti
Ferrari: perché essere la terza forza non è una chimera
Articolo precedente

Ferrari: perché essere la terza forza non è una chimera

Prossimo Articolo

F1: Raikkonen penalizzato perde i punti. Stroll scivola ottavo

F1: Raikkonen penalizzato perde i punti. Stroll scivola ottavo
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021