Sainz: "Fare 166 giri in un giorno? Incredibile! Buon lavoro sulle Medium"

condivisioni
commenti
Sainz:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
02 mar 2016, 18:36

Carlos Sainz Jr è stato il pilota che ha girato di più nel secondo giorno della seconda sessione di test al Montmelo. Lo spagnolo ha lavorato molto sulle gomme Medium, tallone d'Achille della Toro Rosso nel 2015.

Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso
Il casco di Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR11
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso

Carlos Sainz Jr. ha messo alla frusta la sua Toro Rosso STR11. 166 i giri compiuti dallo spagnolo nella sola giornata di oggi, centrando il settimo tempo assoluto grazie a un crono di 1'25"300 ottenuto con pneumatici Soft.

"Il secondo posto dietro la Mercedes nella speciale classifica dei chilometri percorsi, per un team come Toro Rosso, credo che sia un risultato incredibile, soprattutto dopo un inverno così duro. Questo mostra che il mio team può fare cose grandi. Questo è il motivo per cui puoi vedere tutti che sorridono, incluso me stesso, perché sono calmo e so che il programma stilato è stato completato".

"L'anno scorso sarebbe stato un sogno riuscire a fare più di 100 giri", ha proseguito Sainz. "Stiamo facendo giri su giri, ma nulla si sta rompendo. Ogni cosa finziona a dovere. Abbiamo ancora qualche problema ma non sto dicendo bugie, sono davvero problemi piccoli. Nonostante questo la vettura scende in pista e ci offre la migliore base di partenza per Melbourne, questo è sicuro".

Per quanto riguarda la performance, Carlos non si è voluto sbilanciare. Gran parte del lavoro odierno è stato effettuato su gomme medie, soprattutto la simulazione di gara di questo pomeriggio, per tentare di migliorare le prestazioni della vettura proprio con quella mescola: "Riguardo alle performance, non abbiamo ancora visto cosa siamo capaci di fare. Abbiamo utilizzato gran parte del tempo a girare con gomme Medium, ossia le gomme con cui ci trovavamo peggio lo scorso anno. Stiamo cercando di spingere sulla comprensione delle gomme perché vogliamo essere forti dove invece eravamo carenti lo scorso anno. Vogliamo migliorare. Forse l'ultimo giorno sapremo meglio dove saremo rispetto agli altri, ma anche montando le Soft non saremo sicuri al 100% del nostro valore, sfortunatamente".

Prossimo articolo Formula 1
Rivoluzione qualifiche: passa l'idea dello shoot out

Articolo precedente

Rivoluzione qualifiche: passa l'idea dello shoot out

Prossimo Articolo

Arrivabene: "Impressionato dal tempo di Kimi con le soft"

Arrivabene: "Impressionato dal tempo di Kimi con le soft"
Carica commenti