Sainz evita le domande, ma la saga sui motori si avvicina agli annunci

Carlos Sainz ha evitato le domande sul suo futuro alla Renault questa sera a Singapore, anche se nelle prossime 48 ore saranno confermati i cambi di motore di McLaren e Toro Rosso, che hanno innescato il suo cambio di casacca.

Dopo settimane di intensi colloqui che hanno coinvolto la McLaren, la Honda, la Renault, la Toro Rosso, la Red Bull e Sainz, tra domani e venerdì arriverà una lunga catena di comunicati stampa che ufficializzerà tutti i movimenti vociferati negli ultimi giorni.

Come è stato riferito all'inizio di questa settimana, la McLaren ha finalizzato la sua separazione dalla Honda e l'accordo con la Renault, che prevede anche il rinnovo del contratto di Fernando Alonso almeno per un altro anno.

Dal canto suo, la Toro Rosso ha annullato il suo contratto con la Renault, con la Red Bull che in cambio le cede Carlos Sainz fino alla fine del 2018, e l'anno prossimo passerà ai motori Honda.

L'accordo potrebbe aprire inoltre la strada ad una partnership tra Red Bull ed Honda nel 2019.

Malgrado ormai sia tutto piuttosto chiaro, al momento non c'è stato ancora al tipo di annuncio da parte dei diretti interessati.

Infatti, nella sua prima apparizione pubblica da quando sono emerse le voci sul suo passaggio alla Renault, Sainz ha chiarito di essere stato istruito a non commentare ciò che sta accadendo dietro alle quinte.

"Ovviamente si è parlato tanto sui media e tutto il resto" ha detto Sainz a Motorsport.com, parlando ad un evento sponsorizzato Acronis e supportato dalla Toro Rosso.

"Da parte mia, sono arrivato qui come pilota Toro Rosso e sono motivato a cercare di fare più punti possibile, anche perché questo è un gran premio che amo molto, quindi avrò il sorriso sul volto per tutto il fine settimana".

"So che ci sono molte voci in giro e che sono state dette molte cose, ma da parte mia preferisco pensare al weekend".

"Voglio concentrarmi sul mio fine settimana e non commentare troppo sul futuro: prima di tutto perché non mi è consentito e in secondo luogo perché penso che sia il modo migliore per avvicinarsi al fine settimana".

Conferenza stampa

Ma le tattiche di evasione per coloro che sono coinvolti nelle trattative non dureranno a lungo, perché i singoli partecipanti dovranno tutti intervenire davanti ai media durante il fine settimana di Singapore.

Il primo sarà Alonso, che dovrebbe partecipare alla conferenza stampa ufficiale della FIA di giovedì. Quindi potrebbe usare questa opportunità per confermare la sua intenzione di rimanere nel 2018.

Venerdì la FIA ha organizzato una conferenza in cui saranno coinvolti tutti i protagonisti di queste manovre legate ai motori. La loro apparizione comunque sarà probabilmente successiva al lancio di tutti i comunicati stampa.

La prima parte vedrà convolti Cyril Abiteboul della Renault, Zak Brown della McLaren ed Otmar Szafnauer della Force India, che potrebbe finire per fare da spettatore.

Poi, la seconda parte coinvolgerà Yusuke Hasegawa della Honda, Christian Horner della Red Bull e Franz Tost della Toro Rosso.

Non ci sono dubbi sul fatto che dal momento che sarà finita questa conferenza, saranno finalmente confermati tutti i dettagli di questi cambi di motore per il 2018 e l'attenzione della F.1 potrà finalmente tornare sulla pista.

Il futuro della Toro Rosso

Nonostante la manzanza di notizie ufficiali, Daniil Kvyat della Toro Rosso ha dichiarato di essere ottimista su quello che sta succedendo, anche se la Honda ha vissuto una stagione difficile.

Alla domanda di Motorsport.com sul passaggio della Toro Rosso ai motori Honda, il russo ha detto: "Fino a quando non ci sarà un annuncio, non voglio commentare queste informazioni".

"Qualunque cosa succederà, sarà buona per la squadra. Penso che ci siano solamente notizie positive per la squadra".

Con Sainz pronto a partire, forse già dal GP della Malesia di quest'anno, non è detto che il futuro di Kvyat alla Toro Rosso per il 2018 sia al sicuro.

Anche se Kvyat è ansioso di chiudere il suo nuovo accordo, ha dichiarato che la priorità per la Toro Rosso è chiaramente quella di chiudere l'accordo di fornitura dei motori.

"In primo luogo pensa che debba essere risolto il futuro della squadra, perché è un argomento importante" ha detto. "Appena sarà chiuso quello, credo che avrò notizie".

"Non sono troppo preoccupato in questa fase. Ovviamente prima saprò e meglio è, ma non posso mettere pressione alla squadra in questo momento difficile".

"Ci sono molte questioni in corso, sono una persona comprensiva e gli permetterò di concentrarsi su quello che conta di più. Non appena avranno preso una decisione, allora parleremo di me".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Carlos Sainz Jr.
Team McLaren , Toro Rosso , Renault F1 Team
Articolo di tipo Ultime notizie