Sainz: "Con il freddo abbiamo un posteriore più stabile"

Lo spagnolo ha chiuso il secondo turno di libere con il quarto tempo ed ha parlato di un grande feeling con la SF21 grazie alle temperature più basse rispetto al Bahrain, ma ha lanciato l'allarme graining.

Sainz: "Con il freddo abbiamo un posteriore più stabile"

E’ un Carlos Sainz carico quello apparso al termine del venerdì, giornata che ha segnato il suo esordio in Rosso su una pista italiana. Il pilota madrileno ha trovato subito il giusto feeling con la sua SF21 ed ha chiuso il primo turno di libere con il sesto tempo in 1’16’’888 (identico al millesimo con Gasly ndr.) per poi migliorare al pomeriggio ed ottenere il quarto crono in 1’15’’834 pagando un gap di 283 millesimi dal riferimento firmato Bottas.

Ciò che ha stupito della Ferrari ammirata quest’oggi ad Imola è stata la competitività della vettura affidata a Leclerc e Sainz. Il monegasco, infatti, avrebbe potuto ottenere la miglior prestazione di giornata se il suo tempo non fosse stato cancellato per un innocuo largo all’uscita della Piratella, mentre Sainz ha mostrato una confidenza notevole con la SF21 numero 55 complici delle temperature notevolmente inferiori a quelle presenti in Bahrain.

Il freddo sembra aver giocato a favore della Ferrari ed è stato lo stesso Sainz, ai microfoni di Sky Sport F1 HD, a confermare di aver avuto tra le mani una monoposto che gli ha consentito di spingere subito al limite.

“Oggi già dai primi giri in FP1 non sapevo cosa aspettarmi per via delle condizioni più fredde e dell’asfalto meno abrasivo, ma ho visto che con la vettura riuscivo a spingere di più, ad andare più vicino al limite, senza accusare sovrasterzo o sottosterzo”.

Carlos è apparso soprattutto soddisfatto dei continui progressi che sta compiendo in questo percorso di ambientamento nella nuova realtà di Maranello.

“Continuo a migliorare giro dopo giro ed ho avvertito un maggior grip rispetto al round del Bahrain, ma questo vale per tutti i team, non solo per noi”.

Un punto da analizzare con particolare attenzione in vista della gara di domenica sarà il degrado gomme. Sainz ha affermato che in occasioni delle simulazioni ha accusato del graining all’anteriore e spera di riuscire a trovare con la squadra l’assetto ideale per prevenire questo problema.

“C’è del degrado, soprattutto perché qui hai la possibilità di poter spingere di più a differenza del Bahrain. Lì bisognava guidare in modo conservativo con le gomme, mentre qui, con il posteriore stabile, hai modo di forzare di più ma questo comporta del graining all’anteriore. Speriamo di poter adottare il set-up corretto per poter migliorare questo aspetto”.

Carlos, infine, ha parlato del suo rapporto con Charles Leclerc. I due sembrano essere legati da una sincera amicizia e stanno lavorando in sintonia per consentire alla Scuderia di poter tornare a recitare un ruolo da protagonista.

“Vogliamo fare bene entrambi, ma ci rispettiamo ed abbiamo un buon rapporto. Lo conosco da un paio di anni e mi è sempre sembrato un bravo ragazzo. Siamo pieni di motivazioni e stiamo provando a spingere la squadra nella stessa direzione”.

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
1/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
2/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
3/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
4/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
5/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
6/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
7/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
8/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
9/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
10/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
11/14

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
12/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
13/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
14/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Leclerc: "Giornata non semplice, ma prestazioni ottime!"
Articolo precedente

Leclerc: "Giornata non semplice, ma prestazioni ottime!"

Prossimo Articolo

Podcast, Bobbi: "Ferrari, sorpresa di giornata"

Podcast, Bobbi: "Ferrari, sorpresa di giornata"
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021