Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia

F1 | Russell: "Rapporto con Lewis? Positivo anche in caso di lotta mondiale"

George Russell è conoscio che il suo rapporto con Lewis Hamilton potrebbe avere una "dinamica diversa" nel caso la Mercedes fosse in grado di lottare per entrambi i titoli mondiali di Formula 1 nel 2023, ma ritiene che ci sarà comunque un buon legame.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG, George Russell, Mercedes AMG

Russell e Hamilton si apprestano ad affrontare la loro seconda stagione come compagni di squadra alla Mercedes, la quale seguirà a una difficile stagione 2022 in cui la W13 inizialmente si era dimostrata molto lontana dagli altri top team complici i gravi problemi di porpoising.

Sebbene Hamilton preferisse la conferma di Valtteri Bottas come compagno di casacca anche per il 2022 piuttosto che la promozione di Russell, il rapporto tra i due non ha visto particolari situazioni di conflitto, specie nelle fasi in cui hanno aiutato la squadra a migliorare la W13.

La Mercedes spera che il lavoro dei due piloti possa aiutare il team a ritornare rapidamente nelle posizioni di alta classifica. In caso ciò si verificasse, naturalmente ci sarebbe maggior attenzione sul loro rapporto, sia per la maggior pressione dovuta alla lotta per il titolo, sia perché in passato il team ha talvolta faticato nel gestire situazioni simili, in particolare quando Nico Rosberg fu compagno di squadra di Hamilton tra il 2013 e il 2016.

Quando gli è stato chiesto se ritenesse che il suo rapporto con Hamilton sarebbe rimasto sano nel caso di duello per il titolo, Russell ha risposto: "Voglio dire che naturalmente se si lotta per le doppiette ci sarà una dinamica leggermente diversa e questo è naturale", ha spiegato il britannico durante un'intervista rilasciata alla fine del 2012 a media selezionati, tra cui Motorsport.com.

"Ma credo che l'aspetto positivo sia il fatto che ci troviamo in fasi molto diverse delle nostre carriere. Ci sentiamo come se fossimo insieme in questa sfida, davvero".

"Se nella prossima stagione avremo un'auto in grado di fare doppiette, saremo molto orgogliosi di aver contribuito insieme al raggiungimento di questo obiettivo. E poi andremo avanti con i nostri obiettivi. Ma non avremo motivo di essere in conflitto. Abbiamo un buon rapporto".

"Dobbiamo rispettarci a vicenda, e credo che lo abbiamo fatto [in Messico nelle prime curve] come esempio".

"Riconosciamo l'importanza di questo aspetto all'interno della squadra. Se il nostro rapporto comincia a incrinarsi, si ripercuoterà sul team e, in ultima analisi, si ripercuoterà anche su di noi".

"Penso che potremo continuare a fare tesoro di questa situazione e che, anzi, il nostro rapporto si rafforzerà con il passare del tempo".

George Russell, Mercedes W13, Lewis Hamilton, Mercedes W13

George Russell, Mercedes W13, Lewis Hamilton, Mercedes W13

Photo by: Sam Bloxham / Motorsport Images

Nella prima parte della stagione 2022, i risultati di Russell sono stati più costanti di quelli raccolti da Hamilton, che ha provato diversi approcci sul set-up per tentare di risolvere i primi problemi della W13.

Mentre Hamilton a inizio anno aveva provato opzioni di assetto anche piuttosto estreme, Russell ha spiegato di non averlo fatto in quanto "si era trovato a suo agio con la macchina fin dall'inizio", elemento che in Mercedes hanno attribuito alla sua precedente esperienza nelle lotte di centro gruppo con la Williams.

"Abbiamo testato una serie di elementi di prova per ogni singola pista. Erano le parti di sviluppo principali e venivano sempre alternate: una settimana toccava a Lewis e una settimana toccava a me, di settimana in settimana", ha spiegato Russell.

"All'inizio dell'anno, Lewis ha apportato modifiche più drastiche all'assetto, nei limiti della vettura, ma questo era dovuto al fatto che io mi trovavo più a mio agio mentre lui stava ancora cercando di trovare il set-up più adatto a lui".

"Ma quando si trattava di sviluppo, ci alternavamo sempre di settimana in settimana".

"Ogni volta che c'era un elemento di sviluppo, in qualche modo impatta sul [programma del] weekend di gara, ed è per questo che il team fa sempre una settimana con Lewis e una settimana con me".

 

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Steiner critica la direzione gara: "C'è margine per migliorare"
Prossimo Articolo F1 | Anteriore sensibile con le Pirelli 2023 e l'ala con più flap

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia