Russell: "Non ho nulla da perdere, punto al podio"

Williams in terza posizione per il GP di Russia con l'inglese che nelle ostiche qualifiche di Sochi ha tirato fuori una grandissima prestazione, fiducioso di poter sfruttare la velocità per ottenere un bel piazzamento.

Russell: "Non ho nulla da perdere, punto al podio"

Terzo posto per George Russell al termine delle Qualifiche del Gran Premio di Russia. A quanto pare la pioggia porta bene alla Williams e al suo portacolori, che dopo l'exploit in Belgio riesce ad entrare fra i Top3 anche a Sochi.

La Q3 in realtà si è svolta sull'asciutto, dunque a fare la differenza sono stati soprattutto i piloti che hanno saputo sfruttare al meglio le Pirelli Soft, mandandole in temperatura al più presto su un fondo ancora insidioso.

E Russell ha sfiorato il colpaccio, ma la seconda fila è ugualmente un gran bel risultato, pensando soprattutto al mezzo che guida.

"E' pazzesco essere ancora una volta in Top3 negli ultimissimi GP, ma abbiamo fatto un grandissimo lavoro col team in termini di strategia, scegliendo le gomme ideali e il momento giusto per scendere in pista", ha commentato l'inglese al termine della sessione.

Leggi anche:

"Era questione di pochissimi centimetri, bastava andare fuori traiettoria di pochissimo per vanificare il tentativo, per cui complimenti anche a Norris e Sainz che mi hanno preceduto".

Partire dalla terza casella dello schieramento sarà utile non solo per sfruttare il lato pulito del tracciato, ma anche per provare a beneficiare della scia del poleman Lando Norris.

"Con carico di benzina nelle prove libere avevamo un gran bel passo, forse uno dei migliori della stagione. Penso comunque che le Mercedes saranno più forti, anche se sono dietro".

"Sarà una bella battaglia, cercheremo di sfruttare la velocità in rettilineo, vogliamo puntare al podio perché non abbiamo nulla da perdere".

George Russell, Williams FW43B

George Russell, Williams FW43B

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Chinchero: "Osare ha premiato chi ha meno da perdere"

Articolo precedente

Chinchero: "Osare ha premiato chi ha meno da perdere"

Prossimo Articolo

Verstappen: "Inutile girare oggi, domani spero nei punti"

Verstappen: "Inutile girare oggi, domani spero nei punti"
Carica commenti
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021
Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato" Prime

Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato"

Il Gran Premio della Turchia ha messo alla prova le qualità di guida dei piloti e la loro sensibilità in condizioni di difficile lettura. Lewis Hamilton, tentando l'azzardo, avrebbe optato per le gomme slick al pit-stop, ma dal box hanno preferito andare sul sicuro. C'è un mondiale in palio, ogni punto conta

Formula 1
11 ott 2021