Russell: "Nessuna malizia nel tentativo di sorpasso di Lewis"

Il pilota della Williams, e direttore della GPDA, ha espresso il proprio punto di vista sul controverso contatto tra Hamilton e Verstappen a Silverstone ed ha scagionato l'inglese dalle accuse di scorrettezza.

Russell: "Nessuna malizia nel tentativo di sorpasso di Lewis"

A distanza di poco meno di due settimane continua a tenere banco lo scontro tra Max Verstappen e Lewis Hamilton avvenuto a Silverstone in occasione del primo giro di gara.

Il contatto alla Copse ha avuto conseguenze disastrose per la rincorsa al titolo dell’olandese. Il pilota della Red Bull, infatti, una volta che la sua posteriore destra è entrata in contatto con l’anteriore sinistra della Mercedes, è stato proiettato a tutta velocità contro le barriere di protezione poste nella via di fuga, andando ad impattare con una decelerazione pari a 51G.

Max è riuscito ad uscire con le sue gambe dai rottami della Red Bull ed è poi stato trasportato per precauzione in ospedale per essere sottoposto ai controlli di rito, mentre Hamilton è stato giudicato responsabile del contatto e punito con una penalità di 10 secondi.

Il sette volte campione del mondo, però, è riuscito ad annullare la decisione dei commissari con un secondo stint di gara fenomenale su Pirelli hard, ed a due giri dal termine è riuscito a beffare Charles Leclerc conquistando il successo e portando così il divario in classifica da Verstappen a 8 punti.

In occasione della conferenza stampa del giovedì dell’Hungaroring, tutti i piloti hanno affrontato la questione dello scontro di Silverstone ed a dare una propria opinione in merito è intervenuto anche George Russell.

Il pilota della Williams, candidato a diventare compagno di Hamilton il prossimo anno e direttore della GPDA, ha escluso ogni responsabilità in capo al sette volte campione del mondo.

“Per me è assolutamente un incidente di gara. In questo caso non ci sono regole che possano stabilire chi abbia ragione e chi torto. Non si può dire che qualcosa sia stato giusto e qualcos’altro sbagliato. E’ stato solo un incidente di gara”.

Subito dopo il contatto sui social si sono create due diverse fazioni tra chi accusava Hamilton di aver provato una manovra impossibile e chi, invece, ha ritenuto colpevole Max di aver chiuso la porta in faccia all’inglese senza pensare alle conseguenze della sua manovra.

Russell ha deciso di schierarsi nettamente col portacolori della Mercedes, sottolineando la correttezza del connazionale ed evidenziando come in quel sorpasso finito male non ci sia stata alcuna malizia da parte del sette volte campione del mondo.

“Lewis è uno dei piloti più puliti e corretti, sempre. Non c’era malizia nel suo tentativo di sorpasso perché c’era una chiara opportunità”.

“Le conseguenze del contatto sono state enormi, ma sono stato contento di vedere che Max stava bene dopo quello schianto”.

“Questo tipo di incidenti sono difficile da giudicare ma, lo ripeto, non credo che ci sia bisogno di specificare altro. È stato un incidente di gara”.

condivisioni
commenti
McLaren: boomerang lungo e tapparella a forma d'elica

Articolo precedente

McLaren: boomerang lungo e tapparella a forma d'elica

Prossimo Articolo

F1: Netflix pubblicherà un docu-film su Michael Schumacher

F1: Netflix pubblicherà un docu-film su Michael Schumacher
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021