Russell: "L'odio dei polacchi nei miei confronti è doloroso"

Il rookie George Russell ha rivelato che per lui è doloroso ricevere insulti da parte dei fan più agguerriti del suo compagno di squadra in Williams, il polacco Robert Kubica.

Russell: "L'odio dei polacchi nei miei confronti è doloroso"

Russell ha debuttato in Formula 1 quest'anno dopo aver conquistato consecutivamente il titolo in GP3 ed in Formula 2, ma la Williams sta faticando molto e di fatto ha relegato il britannico ed il rientrante Kubica ad una lotta "fratricida" in coda al gruppo.

Il pilota del programma junior Mercedes ha avuto la meglio su Kubica in ogni singola sessione di qualifica, ma questo ha generato polemiche in Polonia, con i suoi tifosi che sostengono che Robert non ha lo stesso trattamento.

Quando gli è stato domandato se è facile ignorare questo tipo di situazione sui social media, Russell ha detto a Motorsport.com: "E' un po' doloroso che il 50% dei commenti sui miei post siano di odio da parte dei tifosi polacchi, mentre l'altro 50% sono di supporto per me".

"Voglio dire, mi interessa davvero solo ciò che pensano di me la Williams e la Mercedes. Ma uno vorrebbe essere rispettato anche all'esterno del team".

"Non mi sono imbattuto in nessuno che non mi rispetti o che mi manifesti odio che non sia polacco. Quindi posso solo sperare di avere dei fan appassionati come quelli di Robert un giorno!".

Viste le enormi difficoltà della Williams, il confronto con Kubica è stato spesso l'unico metro con cui valutare la prima stagione di Russell nel Circus.

L'unico punto alla squadra lo ha portato però Kubica, piazzandosi decimo nel caotico GP di Germania, anche se Russell gli ha risposto con la miglior prestazione stagionale in qualifica in Ungheria.

"Penso di aver fatto un ottimo lavoro in alcuni weekend ed uno meno buono in altri" ha detto.

"Ma a livello di esperienza non cambierei nulla, perché anche dai momenti più brutti ho imparato moltissimo".

"Quando mi chiedono cosa cambierei delle prime dieci gare, dico che non cambierei nulla, perché sono cose che ti servono per migliorare come persona nella vita e come pilota" ha concluso.

Robert Kubica, Williams Racing, and George Russell, Williams Racing, on stage

Robert Kubica, Williams Racing, and George Russell, Williams Racing, on stage

Photo by: Jerry Andre / Sutton Images

condivisioni
commenti
McLaren: un quarto posto che vale di più del valore della MCL34

Articolo precedente

McLaren: un quarto posto che vale di più del valore della MCL34

Prossimo Articolo

L'aneddoto sull'ultimo tatuaggio di Ricciardo e... sua madre!

L'aneddoto sull'ultimo tatuaggio di Ricciardo e... sua madre!
Carica commenti
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021
Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato" Prime

Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato"

Il Gran Premio della Turchia ha messo alla prova le qualità di guida dei piloti e la loro sensibilità in condizioni di difficile lettura. Lewis Hamilton, tentando l'azzardo, avrebbe optato per le gomme slick al pit-stop, ma dal box hanno preferito andare sul sicuro. C'è un mondiale in palio, ogni punto conta

Formula 1
11 ott 2021
Matra: il sogno francese di emergere in Formula 1 Prime

Matra: il sogno francese di emergere in Formula 1

La scuderia francese poteva vantare una conoscenza tecnologica derivante dall'aviazione, ma le problematiche del glorioso V12, e la sfortuna che ha spesso accompagnato i piloti, hanno posto fine in anticipo all'avventura del team in F1.

Formula 1
10 ott 2021