Russell: "Le difficoltà della Turchia devono farci riflettere"

Il pilota della Williams ha spronato il team inglese a capire perché nelle condizioni di aderenza viste in Turchia la macchina vada in crisi con l'aderenza delle intermedie.

Russell: "Le difficoltà della Turchia devono farci riflettere"

George Russell era ormai diventato un ospite fisso della Q3, ma sabato scorso in Turchia ha commesso un errore in occasione del suo ultimo tentativo che gli ha pregiudicato la possibilità, ampiamente alla sua portata, di accedere al turno finale della qualifica e si è dovuto accontentare del tredicesimo tempo.

Domenica, nel corso dei primi giri, il pilota della Williams è poi retrocesso in quindicesima posizione e non è più stato in grado di recuperare sino al termine della gara.

L’inglese, che il prossimo anno correrà con la Mercedes, ha ammesso di aver avuto difficoltà nella gestione gomme su un tracciato che è rimasto perennemente umido per tutti e 58 i giri.

“È incredibilmente difficile quando devi gestire le gomme per così tanto tempo. In quelle condizioni è soprattutto difficile sapere quanto puoi spingere”.

"La pista non si stava asciugando e anche se non stava piovendo probabilmente sarebbe rimasta bagnata per ore. La gara ha rappresentato una grande sfida e noi non siamo stati in grado di svolgere un gran lavoro. Non è stato facile".

George Russell, Williams FW43B

George Russell, Williams FW43B

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Russell ha poi ammesso di essere stato in crisi sia con le intermedie ormai usurate che con le Pirelli verdi nuove.

"Se spingi troppo l'usura del pneumatico aumenta e quando arrivi alle parti più umide della pista non hai più grip. Quando abbiamo messo le gomme nuove sembravano non andare mai in temperatura a causa del maggior spessore del battistrada. Inoltre le intermedie non erano adatte per le parti più asciutte del tracciato”.

“Era già capitata in passato una situazione simile ed anche in quel caso abbiamo sofferto. Di solito riusciamo ad esaltarci quando c’è più acqua in pista o quando montiamo le slick su tracciato umido, mentre in queste condizioni intermedie non riusciamo ad esprimerci al meglio ed è un qualcosa su cui dobbiamo riflettere”.

Il pilota della Williams, infine, ha ammesso che anche senza l’errore in qualifica non sarebbe riuscito a lottare per le posizioni nobili della classifica.

“In generale non abbiamo mai avuto il ritmo. Anche lo scorso anno in queste condizioni abbiamo faticato. Non è bagnato, non è asciutto, ti trovi nella terra di nessuno e devi anche gestire le gomme”:

“Affrontare la curva 8 è stato difficile perché era relativamente asciutta ma non sapevo quanto avrei potuto spingere. Stavo cercando di provare molte cose differenti, ma niente ha funzionato davvero. È stato un pomeriggio complicato”.

 

condivisioni
commenti
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Articolo precedente

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Prossimo Articolo

F1 Commission: il tema... caldo è l'abolizione delle termocoperte

F1 Commission: il tema... caldo è l'abolizione delle termocoperte
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021