Russell: "Chiamerò Bottas in settimana e ci chiariremo"

Il pilota della Williams ha dichiarato che chiamerà nei prossimi giorni Valtteri Bottas per discutere dell'incidente avvenuto ieri e per chiudere definitivamente ogni polemica sull'accaduto.

Russell: "Chiamerò Bottas in settimana e ci chiariremo"

Il Gran Premio dell’Emilia Romagna si è concluso con scintille e tensione alle stelle tra Valtteri Bottas e George Russell a causa dell’incidente occorso al giro 33 quando il pilota della Williams, nel tentativo di superare la Mercedes, ha perso il controllo della sua vettura andandosi a schiantare prima contro la fiancata destra della W12 e poi contro i muretti di protezione coinvolgendo nel crash anche il finlandese.

Nella foga del momento Russell si è precipitato da Bottas non per sincerarsi delle sue condizioni dopo lo schianto, ma per chiedere conto e ragione di un leggero spostamento sulla destra che lo ha colto di sorpresa.

Subito dopo la fine della gara, George ha accusato Valtteri di essere venuto meno ad un gentleman agreement secondo il quale se c’è una vettura che sta superando con il DRS aperto non ci si deve spostare all’ultimo momento.

Bottas ha rispedito le critiche al mittente affermando di aver lasciato lo spazio necessario affinché entrambe le vetture potessero stare affiancate ed ha indicato in Russell l’unico responsabile per l’incidente.

Le polemiche sono state momentaneamente placate dai commissari a fine gara decidendo di non penalizzare nessuno dei due piloti per quanto accaduto classificando il tutto come incidente di gara.

A mente fredda Russell ha rilasciato ulteriori dichiarazioni affermando di voler chiarire con Bottas tutta la dinamica nei prossimi giorni.

“Io e Valtteri ci parleremo prossimamente e cercheremo di chiarire la vicenda. Ovviamente nella foga del momento le emozioni hanno avuto il sopravvento, ma non ho alcuna intenzione di portare rancore o avere un cattivo rapporto con qualsiasi pilota in griglia”.

“Probabilmente in questa settimana ci sentiremo per telefono e cercheremo di metterci tutto alle spalle ed andare avanti”.

“Siamo tutti piloti e siamo tutti in lotta. La mia rabbia in quel momento era dovuta al fatto che entrambi avevamo rischiato di farci male. Fortunatamente entrambi siamo usciti senza un graffio, ma le cose sarebbero potuto andare diversamente”.

Il pilota della Williams, nella giornata di ieri, aveva poi rincarato la dose nei confronti del finlandese affermando di non capire il perché di una difesa così aggressiva per una nona posizione.

“Forse se ci fosse stato un altro pilota al mio posto non si sarebbe difeso in quel modo” ha dichiarato Russell scatenando un putiferio ed aprendo scenari di guerra per quel sedile in Mercedes nel 2022 che proprio l’inglese vuole sottrarre a Bottas.

Placata l’ira per il contatto, George ha poi corretto il tiro: “Non c’è alcuna tensione tra di noi, ma potete intendere quel commento come volete. Penso che fosse abbastanza chiaro”.

Le parole di Russell non sono però andate giù ad un Toto Wolff decisamente infuriato che ha bollato come “stronzate” le ipotesi del pilota inglese.

La situazione in casa Mercedes è particolarmente esplosiva e toccherà a Toto usare ogni mezzo lecito per riportare la calma tra i due galletti.

Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, Valtteri Bottas, Mercedes W12, George Russell, Williams FW43B, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41
Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, Valtteri Bottas, Mercedes W12, George Russell, Williams FW43B, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41
1/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21, va largo e rientra davanti a Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Lando Norris, McLaren MCL35M, Valtteri Bottas, Mercedes W12, and Fernando Alonso, Alpine A521, mentre Nicholas Latifi, Williams FW43B va in testacoda
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21, va largo e rientra davanti a Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Lando Norris, McLaren MCL35M, Valtteri Bottas, Mercedes W12, and Fernando Alonso, Alpine A521, mentre Nicholas Latifi, Williams FW43B va in testacoda
2/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Valtteri Bottas, Mercedes W12, George Russell, Williams FW43B, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41
Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Valtteri Bottas, Mercedes W12, George Russell, Williams FW43B, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41
3/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41, Valtteri Bottas, Mercedes W12, e Esteban Ocon, Alpine A521, to the grid
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41, Valtteri Bottas, Mercedes W12, e Esteban Ocon, Alpine A521, to the grid
4/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35M, Valtteri Bottas, Mercedes W12
Lando Norris, McLaren MCL35M, Valtteri Bottas, Mercedes W12
5/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e George Russell, Williams FW43B
Valtteri Bottas, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e George Russell, Williams FW43B
6/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes W12, George Russell, Williams FW43B, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41
Valtteri Bottas, Mercedes W12, George Russell, Williams FW43B, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41
7/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes W12, George Russell, Williams FW43B, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41 e Mick Schumacher, Haas VF-21
Valtteri Bottas, Mercedes W12, George Russell, Williams FW43B, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41 e Mick Schumacher, Haas VF-21
8/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

I marshal recuperano la Mercedes W12 incidentata di Bottas
I marshal recuperano la Mercedes W12 incidentata di Bottas
9/14
Valtteri Bottas, Mercedes W12, ai box
Valtteri Bottas, Mercedes W12, ai box
10/14

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e Lance Stroll, Aston Martin AMR21
Valtteri Bottas, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e Lance Stroll, Aston Martin AMR21
11/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35M, Valtteri Bottas, Mercedes W12, e George Russell, Williams FW43B
Lando Norris, McLaren MCL35M, Valtteri Bottas, Mercedes W12, e George Russell, Williams FW43B
12/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, Lance Stroll, Aston Martin AMR21, e Valtteri Bottas, Mercedes W12
Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, Lance Stroll, Aston Martin AMR21, e Valtteri Bottas, Mercedes W12
13/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes
Valtteri Bottas, Mercedes
14/14

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

 

condivisioni
commenti
Minardi: “Raikkonen e Perez, l’esperienza non conta?”
Articolo precedente

Minardi: “Raikkonen e Perez, l’esperienza non conta?”

Prossimo Articolo

GP Imola: ecco perché è stata decisa la seconda partenza lanciata

GP Imola: ecco perché è stata decisa la seconda partenza lanciata
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021