Rosberg vuole essere lo zar di Russia con Hamilton ko

Nico Rosberg centra la 24esima pole in carriera con la Mercedes: il tedesco rifila sette decimo a Vettel, ma il ferrarista retrocede di sei posizioni per la sostituzione del cambio. In prima fila ci sarà Bottas con la Williams con Raikkonen terzo.

E' proprio l'anno di Nico Rosberg: il pilota tedesco conquista la seconda pole position di fila con la Mercedes collezionando la 24esima partenza al palo in carriera raggiungendo il suo capo NIki Lauda nella speciale classifica, proprio nel giorno in cui Lewis Hamilton non riesce a fare nemmeno un giro in Q3 per un problema alla power unit e Sebastian Vettel, secondo, deve retrocedere di cinque posizioni in griglia per aver sostituito la trasmissione.

Nico Rosberg, insomma, ha potuto approfittare dei guai dei suoi avversari per fare il vuoto, ma il tedesco ha impressionato con il tempo di 1'35"417: è stato l'unico pilota a bucare il muro dell'1'36" lasciando Sebastian Vettel a sette decimi. Il tedesco ha ottenuto il massimo risultato che la Ferrari si potesse aspettare a Sochi, visto che ha rifilato mezzo secondo a Kimi Raikkonen che, con un errore all'ultima curva, ha regalato la prima fila alla Williams di Valtteri Bottas.

Ogni volta che il finlandese deve tirare fuori gli artigli per difendere i colori della Ferrari si fa prendere dalla pressione commettendo degli errori che condizionano pesantemente i risultati del team del Cavallino. La squadra di Maranello non ha saputo approfittare del problema che ha tenuto fermo Lewis Hamilton ai box per l'ultima sessione.

Ad Hamilton non ne va bene una in questa stagione davvero difficile per lui: pare che a bloccare il tre volte campione del mondo sia stato lo stesso identico problema che lo ha condizionato in Cina. La Mercedes sta mostrando la corda sull'affidabilità della power unit ed è un peccato che la Ferrari non riesca a mettere il sale sulla coda ai piloti della Stella perché deve fare i conti con i suoi problemi meccanici.

E così ridendo e scherzando accanto a Nico Rosberg scatterà in prima fila Valtteri Bottas con la ritrovata Williams FW38 che sta ritrovando la via della competitività dopo un avvio di stagione un po' in sordina. Il finlandese ha azzeccato un giro pulito che gli ha permesso di scavalcare la SF16-H di Raikkonen, cosa che non è riuscita a Felipe Massa staccato di ben tre decimi da Iceman.

La delusione della giornata è stata certamente la Red Bull Racing: dopo il podio di Daniil Kvyat in Cina ci si aspettava la RB12 in lotta per essere la terza forza, mentre la squadra di Milton Keynes ha fatto un passo  indietro: l'australiano è solo sesto nella lista dei tempi con un distacco di 1"7 dal vertice. Daniil Kvyat è riuscito a entrare in Q3 per un pelo, ma poi ha concretizzato un incoraggiante ottava piazza. Il pilota russo è molto sotto pressione per le voci che si stanno moltiplicando sul fatto che debba fare posto l'anno prossimo a Max Verstappen.

L'olandese con la Toro Rosso è arrivato a un decimo da Kvyat: il giovane tulipano riesce con le sue prestazioni a far aumentare la tensione del giovane dell'Est che non merita di essere messo in discussione subito dopo che è salito sul podio nel Gp precedente.

Non bisogna dimenticare la settima piazza di Sergio Perez che dà consistenza alla Force India, una squadra che sta attraversando un momento molto delicato. Ha il team principal che rischia l'arresto per bancarrotta e il team deve arrangiarsi con risorse sempre più limitate. Il messicano ha fatto la differenza su Nico Hulkenberg che sembra poco motivato per reagire a questa situazione.

Carlos Sainz è 11esimo con la seconda Toro Rosso, un passo avanti rispetto alla McLaren che è rimasta fuori dalla Q3 per un decimo con Jenson Button che ha concluso 12esimo: l'inglese in questo week end russo è costantemente stato davanti a Fernando Alonso.

La Haas continua a soffrire: quanto sembrano lontani i primi Gp conclusi a punti! Romain Grosjean e Esteban Gutierrez viaggiano di conserva nella seconda parte del gruppo: possono essere soddisfatti di aver superato la tagliola della Q1.

Nel primo turno non ci sono state sorprese con Renault (Kevin Magnussen e Jolyon Palmer), Sauber (Felipe Nasr e Marcus Ericsson, ultimo) e Manor (Pascal Wehrlein e Rio Haryanto).

PosPilotaTeamQ1Q2Q3
1 GermanyNico Rosberg  GermanyMercedes 1:36.119 1:35.337 1:35.417
2 GermanySebastian Vettel  ItalyFerrari 1:36.555 1:36.623 1:36.123
3 FinlandValtteri Bottas  United KingdomWilliams 1:37.746 1:37.140 1:36.536
4 FinlandKimi Raikkonen  ItalyFerrari 1:36.976 1:36.741 1:36.663
5 BrazilFelipe Massa  United KingdomWilliams 1:37.753 1:37.230 1:37.016
6 AustraliaDaniel Ricciardo  AustriaRed Bull Racing 1:38.091 1:37.569 1:37.125
7 MexicoSergio Perez  IndiaForce India 1:38.006 1:37.282 1:37.212
8 RussiaDaniil Kvyat  AustriaRed Bull Racing 1:38.265 1:37.606 1:37.459
9 NetherlandsMax Verstappen  ItalyToro Rosso 1:38.123 1:37.510 1:37.583
10 United KingdomLewis Hamilton  GermanyMercedes 1:36.006 1:35.820  
11 SpainCarlos Sainz Jr.  ItalyToro Rosso 1:37.784 1:37.652  
12 United KingdomJenson Button  United KingdomMcLaren 1:38.332 1:37.701  
13 GermanyNico Hulkenberg  IndiaForce India 1:38.562 1:37.771  
14 SpainFernando Alonso  United KingdomMcLaren 1:37.971 1:37.807  
15 FranceRomain Grosjean  United StatesHaas F1 Team 1:38.383 1:38.055  
16 MexicoEsteban Gutierrez  United StatesHaas F1 Team 1:38.678 1:38.115  
17 DenmarkKevin Magnussen  FranceRenault F1 Team 1:38.914    
18 United KingdomJolyon Palmer  FranceRenault F1 Team 1:39.009    
19 BrazilFelipe Nasr  SwitzerlandSauber 1:39.018    
20 GermanyPascal Wehrlein  United KingdomManor Racing 1:39.399    
21 IndonesiaRio Haryanto  United KingdomManor Racing 1:39.463    
22 SwedenMarcus Ericsson  SwitzerlandSauber 1:39.519  
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Russia
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Sochi Autodrom
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg , Sebastian Vettel
Team Mercedes , Ferrari
Articolo di tipo Qualifiche