Rosberg: "Un errore nell'ultimo giro mi è costato la pole position"

condivisioni
commenti
Rosberg:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
11 giu 2016, 19:11

Il tedesco ha accusato un distacco di soli sei centesimi dalla pole position realizzata da Hamilton, ma ha ammesso di aver commesso un errore nel corso dell'ultimo tentativo che ne ha compromesso la possibilità di partire dalla pole.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid in pit lane
La Top 3 delle qualifiche nel parco chiuso, Sebastian Vettel, Ferrari, terzo; Lewis Hamilton, Merced
Pole per Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 , 2° Nico Rosberg, Mercedes AMG Petronas F1 W07 e 3° S
Pole per Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 , 2° Nico Rosberg, Mercedes AMG Petronas
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid

Nico Rosberg si è dovuto piegare allo strepitoso stato di forma di Lewis Hamilton al termine della sessione di qualifiche disputata sul tracciato di Montreal.

Il tedesco, attualmente in testa alla classifica piloti, ha chiuso il Q3 con il crono di 1'12''874, un tempo eccellente ma non abbastanza per riuscire a conquistare la pole position.

Sono stati solamente 6 i centesimi che hanno diviso Rosberg dalla prestazione di Hamilton. Un distacco minimo dovuto ad un errore commesso da Nico in occasione dell'ultimo tentativo.

"Speravo che l'errore nell'ultimo tentativo non si fosse visto in tv. Il mio primo giro in Q3 è stato buono ma non sufficiente per battere Lewis anche se è stato davvero un gran giro. Ho cercato di estrarre il coniglio dal cilindro nel giro finale, ma ho commesso un errore ed ho pregiudicato la possibilità di conquistare la pole".

Rosberg, ad ogni modo, non è sembrato particolarmente abbattuto dall'aver perso il duello con il compagno di team, ed ha espresso la sua soddisfazione nei confronti della squadra per aver portato in Canada una vettura ancora velocissima.

"Il secondo posto, in ogni caso, è un ottimo risultato per il team. Abbiamo dimostrato di avere ancora la vettura più veloce anche su un tracciato particolare ed unico come questo".

La seconda posizione di partenza non pregiudica alcun risultato in vista della gara di domani, specie considerando l'incertezza delle previsioni meteo. Rosberg ha fatto buon viso a cattivo gioco, mostrandosi fiducioso di poter ribaltare il risultato odierno nel corso del Gran Premio.

"Domani tutto è possibile. Le previsioni non si sbilanciano con certezza circa la possibilità o meno di pioggia, ma il secondo posto di partenza è comunque un buon risultato in vista della gara". 

Prossimo articolo Formula 1
Analisi FIA: Alonso aveva sbattuto a Melbourne a 305 km/h con 46G

Articolo precedente

Analisi FIA: Alonso aveva sbattuto a Melbourne a 305 km/h con 46G

Prossimo Articolo

La Ferrari ha perso perché non ha pensato da vincente

La Ferrari ha perso perché non ha pensato da vincente
Carica commenti