Rosberg: "Pensavo di essere io in pole, ma Lewis ha fatto un capolavoro"

Nico Rosberg partirà dalla seconda casella dello schieramento nel Gran Premio del Bahrain, previsto per la giornata di domani. Il tedesco, però, era convinto di aver colto la pole, ma Hamilton lo ha beffato in extremis.

Nico Rosberg era convinto. La pole del GP del Bahrain era ormai sua. Poi un giro di Hamilton - un coniglio estratto dal cilindro - ha spezzato i sogni del tedesco proprio sul più bello. Per Nico sarebbe stata la prima pole dell'anno, dopo il primo successo colto a Melbourne appena due settimane fa.

"Pensavo che il mio penultimo giro potesse bastare e mi fosse valso la pole. Poi invece non è stato così. Ero dispiaciuto. Ho pensato 'non è possibile!', perché ero sicuro di essere primo... Ma è merito di Lewis, che ha davvero fatto un giro eccezionale".

Nonostante abbia perso la possibilità di partire davanti a tutti, il pilota della Mercedes non si abbatte e ricorda che le strategie potranno rendere molto incerta la gara di domani: "Domani tutto potrà accadere. Questa non è una pista in cui conta molto partire in pole. Inoltre le strategie potranno cambiare di parecchio le carte in tavola. Abbiamo trovato temperature molto basse e con tre mescole di gomme a disposizione ci sarà sicuramente casino".

"Non abbiamo ancora pianificato con quali gomme correremo domani - ha proseguito il tedesco - Non sappiamo se andremo a replicare la strategia vista a Melbourne con le gomme medie. Dobbiamo vedere. Può essere che vengano usate, però sarà molto interessante, perché potrebbe davvero succedere di tutto".

"Mi aspettavo che le Ferrari fossero molto forti anche qui, e vicini a noi. Ma sono contento che alla fine siamo riusciti comunque a stargli davanti", ha concluso Rosberg.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Bahrain
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Bahrain International Circuit
Piloti Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Intervista