Rosberg: "Mi trovavo all'interno, Lewis mi è venuto addosso!"

Dopo essere stato ad un passo dal cogliere il successo in rimonta, Nico Rosberg ha perso la vittoria nel corso dell'ultimo giro a seguito di un discusso contatto con Lewis Hamilton. Con l'ala anteriore ormai divelta, Nico ha chiuso in quarta...

E' un Nico Rosberg decisamente amareggiato quello visto al termine di un Gran Premio d'Austria concluso con l'ennesimo contattato con il proprio compagno di team che è costato il successo al pilota tedesco.

Rosberg, dopo aver rimontato dalla sesta posizione di partenza a seguito della penalità rimediata per la sostituzione del cambio, ha attuato una strategia di gara perfetta che l'ha portato in prima posizione davanti a Lewis Hamilton.

Sia Nico che il campione del mondo sono stati chiamati ai box per il secondo cambio gomme quando mancavano poco più di dieci giri al termine della gara. In casa Mercedes si è scelto di adottare una strategia differente tra i due piloti, adottando gomme soft sulla vettura di Rosberg e supersoft sulla monoposto di Hamilton.

Nonostante Nico sia riuscito ad uscire dalla pit lane davanti al britannico, nei giri finali ha sofferto la pressione di Hamilton ed in occasione dell'ultimo giro è arrivato il contatto tra i due, con Rosberg che ha allungato la frenata preoccupandosi più di tenere largo il compagno di team che di impostare la curva.

Rosberg ha cercato di motivare quel tormentato ultimo giro che lo ha relegato al quarto posto una volta sceso dalla vettura.

"E' incredibile quello che è successo, ero certo di vincere la gara ed ho perso nei giri finali. Nei giri finali la gestione della vettura è stata complicata. I freni si sono surriscaldati ed avevo le gomme usurate. E' diventato difficile riuscire a frenare e sono arrivato un pò lungo".

Nico ha poi accusato Hamilton di essergli andato addosso nel momento in cui ha impostato la curva, nonostante lui avesse il favore della traiettoria...

"Teoricamente non ci sarebbe dovuto essere alcun problema con Lewis dato che io mi trovavo all'interno della traiettoria ed avevo tutto il tempo per poter impostare la curva. Sono rimasto sorpreso della sua manovra, non mi pensavo che mi avrebbe toccato".

Al termine della corsa la direzione gara ha messo sotto investigazione Rosberg per il contatto e per non essersi immediatamente fermato a bordo pista con la vettura pesantemente danneggiata. Il tedesco non ha capito il perchè di questa scelta.

"Non so cosa dirò ai commissari quando andrò a discutere del contatto. Non ho idea del perché sia under investigation, al momento sono deluso per aver perso la vittoria e penso solo a questo".

Rosberg, infine, è tornato ad incolpare il suo compagno di team per il contatto nel giro finale, lamentando di aver perso una vittoria ormai certa a causa di una manovra sconsiderata di Hamilton...

"Ero certo di poter vincere la gara, ma siamo arrivati entrambi lunghi in frenata. Io mi trovavo all'interno, lui mi è venuto addosso, ci siamo toccati e la mia macchina ha riportato numerosi danni". 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Austria
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Red Bull Ring
Piloti Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Intervista