Rosberg: "La penalità? Max si spostato verso di me in frenata"

Nico è perplesso per i 5" che gli sono stati inflitti per la bagarre con Verstappen, ma parla di una gara in cui è andato storto tutto quello che poteva andare storto. Lui chiude quarto e Hamilton vola a +19: "Adesso è dura".

Nico Rosberg non ha neanche provato a nascondere la delusione per l'epilogo del suo GP di Germania, concluso al quarto posto dopo essere partito male dalla pole position ed essere anche incappato in una penalità per aver forzato la Red Bull di Verstappen fuori dalla pista mentre lo attaccava al tornantino di Hockenheim.

"E' stata una giornata dura, pesante. Partendo in prima posizione c'era la speranza di fare molto bene. Io mi sentivo bene, però tutto quello che poteva andare male è successo" ha detto a caldo ai microfoni di Sky Sport F1 HD.

La sua visione dell'episodio con Verstappen sembra essere un po' differente, anche se alla fine Nico accetta il verdetto dei commissari: "Io non ho visto nessun problema nella nostra lotta. Anzi, ho visto lui che si è spostato abbastanza bruscamente verso di me in frenata e questo non si può fare. Quella era la mia impressione, però alla fine hanno dato la colpa a me".

Quando poi gli è stato chiesto come mai comunque facesse fatica a trovare il ritmo, ha spiegato: "Alla fine della gara mi mancava un po' di velocità, ma ho avuto problemi con le gomme dietro per tutta la gara, perché erano troppo calde e non avevo grip".

Questo brutto risultato arriva con la sesta vittoria nelle ultime sette gare di Lewis Hamilton, che ora lo precede di 19 lunghezze. Un boccone difficile da digerire: "Adesso è dura, però sicuramente con il tempo passerà".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Germania
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Hockenheim
Piloti Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Intervista