Rosberg: "Il nuovo format della qualifica mi piace"

Nico Rosberg ha completato la mezza giornata al lavoro sulla W07 Hybrid senza cercare le prestazioni: ha ottenuto il terzo tempo con le Pirelli medie per non mostrare le vere carte della freccia d'argento.

Nico Rosberg ha chiuso la terza giornata di testa a Barcellona senza mai cercare la prestazione della Mercedes W07 Hybrid. Il pilota tedesco non ha avuto la soddisfazione di collaudare l’ala innovativa di cui tanto si parla nel paddock ma che nessuno ancora ha visto. Nico ha chiuso la mattinata con il terzo tempo ottenuto con le gomme a mescola media (la Mercedes non avrebbe chiesto alla Pirelli né le Super Soft, né tanto meno le nuove Ultra Soft), totalizzando 74 tornate con la migliore in 1’26”084.

“Penso che stiamo andando sempre meglio. Non cerchiamo le prestazioni, ma registriamo i dati nelle nostre simulazioni che è la cosa più importante. Per quanto riguarda a che punto siamo con le prestazioni, è difficile da dire. Sappiamo più o meno dove ci troviamo, ma dobbiamo ancora aspettare e vedere”.

Avete provato delle novità oggi?
“Qualcosa all’ala anteriore ma non molto”.

Come giudichi la giornata di test divisa in due piloti?
“Sì, penso che sia positiva. Hai solo una mezza giornata a disposizione per cui puoi concentrarmi meglio perché hai un pacchetto più limitato di cosa da provare. Ieri, per esempio, c’era troppe cose da fare e non sono riuscito a seguirle tutte come avrei voluto, per cui la mia efficacia non è stata ideale. Mentre stando in macchina solo mezza giornata è più facile mantenere alta la soglia della concentrazione sempre”.

È stato varato il nuovo format delle qualifiche: ti piace?
“E' sempre un bene quando si mette in discussione lo sport e si aggiungono alcune cose nuove un po' alla volta. Penso che l’idea sia buona, perché rende le qualifiche più eccitanti con l’eliminazione di un pilota alla volta”.

Vorrai essere informato su chi è stato eliminato?
“Non credo che dovremo stare in pista tutto il tempo. Ho capito che bisognerà scendere in pista presto per chiudere un tempo, in modo da passare alla fase successiva. Sono curioso di provare questo format, anche perché non è così semplice da spiegare e da capire. Bisognerà provarlo per capire come andrà…”.

È complicato da capire per gli appassionati?
“Sono sicuro che ci si concentrerà per rendere la cosa più semplice il possibile. In realtà sarà più facile da farsi che da spiegare: ci sarà un timer e un certo punto il più lento è fuori e così via…”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Barcellona, test di febbraio
Sub-evento Mercoledì
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie