Robert Kubica cercherà un'alternativa se non avrà un posto in Formula 1 nel 2019

condivisioni
commenti
Robert Kubica cercherà un'alternativa se non avrà un posto in Formula 1 nel 2019
Di: Scott Mitchell
Tradotto da: Matteo Nugnes
12 set 2018, 09:03

Robert Kubica cercherà delle opzioni alternative per correre se non dovesse trovare un volante in Formula 1 nel 2019.

Il polacco non disputa un GP di Formula 1 da quello di Abu Dhabi del 2010, a causa del successivo incidente avvenuto nella Ronde di Albenga, nel quale ha rischiato di perdere la mano sinistra.

Al momento Kubica svolge il ruolo di riserva per la Williams in questa stagione e potrebbe avere ancora l'opportunità di tornare a correre se si dovesse concretizzare il passaggio di Lance Stroll alla Racing Point Force India, visto che ora il principale investitore della squadra è il padre del pilota canadese.

Il vincitore del GP del Canada 2008 ha detto a Motorsport.com che probabilmente abbandonerà l'idea di provare a rientrare nel giro della Formula 1 se non riuscirà a trovare un volante per la prossima stagione.

"Ho speso molto tempo e fatto molti sforzi per avere una possibilità e la priorità sarebbe quella di essere sulla griglia di partenza in Australia" ha detto.

"Ma se questo non dovesse accadere, prenderei in considerazione un campionato diverso o un ruolo diverso. Come ho detto, ora sono concentrato sul tentativo di ottenere una possibilità".

Kubica ha ripetutamente affermato di non avere dubbi sulla sua capacità di correre di nuovo in Formula 1, ma ha riconosciuto che ci vorrebbe del tempo per ritrovare il "ritmo".

L'ex pilota di BMW e Renault ritiene che il suo ritorno in questa stagione avrebbe spazzato via ogni dubbio sulle sue prospettive, nello stesso modo in cui il lavoro svolto con Renault e Williams nell'ultimo anno e mezzo ha gradualmente ridotto l'attenzione sui limiti imposti dal braccio infortunato.

Kubica ha detto: "Quando non guidi una F1 per molto tempo, o lo fai ogni tre mesi come lo faccio io, è normale che devi passare attraverso diverse fasi per ritrovare il ritmo ed il feeling naturale".

"Se prendi anche il miglior tennista del mondo e gli dici: ora ti fermi per sei anni, anche senza infortuni. Poi lo fai allenare per un'ora e lo mandi a giocare contro il finalista di Wimbledon, probabilmente farà più fatica di tutti quelli che giocano regolarmente".

"Avessi avuto a disposizione tutta la stagione in macchina, non ci sarebbero stati più dubbi su di me".

Kubica aveva preso in considerazione la possibilità di affiancare un impegno in classe LMP1 accanto al suo ruolo in Williams, anche se poi ha preferito non esagerare. In ogni caso, non ha nascosto l'interesse per il WEC nel caso in cui le cose non dovessero andare bene in F1.

"Sono gare completamente diverse, una categoria completamente diversa" ha detto. "Ma potrebbe essere una bella sfida".

"L'ho visto con i rally, anche se ovviamente il WEC ha più somiglianze con la F1, pur restando una categoria differente".

"Penso che le nuove sfide siano belle, c'è sempre qualcosa che di spinge a portare il limite un po' più in là" ha concluso.

Informazioni aggiuntive di Erwin Jaeggi

Prossimo articolo Formula 1
Mercedes: dalle casse sono stati scaricati a Marina Bay i due telai nudi della W09

Articolo precedente

Mercedes: dalle casse sono stati scaricati a Marina Bay i due telai nudi della W09

Prossimo Articolo

Piccole modifiche a Singapore: ora il tracciato di Marina Bay è più corto di due metri

Piccole modifiche a Singapore: ora il tracciato di Marina Bay è più corto di due metri
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Robert Kubica
Autore Scott Mitchell
Tipo di articolo Ultime notizie