Ricciardo: "Una vittoria importante per il mio futuro. E che sorpassi..."

L'australiano è stato autore di una gara eccezionale, condita dai sorpassi decisivi su Vettel, Hamilton e Bottas che gli hanno consegnato il successo a Shanghai, il sesto della sua carriera in F1.

Daniel Ricciardo è certamente il pilota del giorno. Anzi, dell'intero fine settimana di Shanghai. Il 28enne della Red Bull ha ottenuto una meritata vittoria al Gran Premio della Cina sfruttando al massimo la grande strategia pensata dal suo team al momento dell'ingresso della Safety Car.

Il pit stop fatto per montare gomme Soft mentre i rivali sono rimasti in pista per marcarsi a vicenda ha avuto un ruolo enorme nel successo dell'australiano, ma la firma d'autore l'ha messa lui con tre sorpassi di grande caratura. Certo, aiutati dalla differenza di mescola (e di giri percorsi con le rispettive coperture) con i piloti Ferrari e Mercedes, ma questo nulla toglie a un'azione dirompente e a tratti spettacolare.

I sorpassi su Hamilton prima e Bottas poi sono il marchio di fabbrica di Ricciardo sulla sua prima vittoria stagionale, la sesta della carriera. Questa vittoria ha un valore ancora maggiore se pensiamo al tipo di gara fatto dal compagno di squadra Max Verstappen, uscito dai box in regime di Safety Car con le stesse coperture di Daniel. L'australiano è andato a vincere la corsa, l'olandese ha invece pensato bene di speronare Vettel e di mandare all'aria una più che probabile doppietta Red Bull.

"Ho fatto sorpassi bellissimi!", ha detto Ricciardo una volta sceso dal podio (non è mancata la classica bevuta di champagne dalla sua scarpa con cui ha gareggiato...). "Il sorpasso su Hamilton è stato bello, ma direi che quello su Bottas vale di più perché è valso la vittoria. E poi avevo pochissimo spazio in Curva 6, ma avevo già deciso dove superarlo dopo Curva 2 e 3. Avevo già preso la decisione. Lui ha frenato forte, ma non abbastanza e per me è andata bene. E' davvero una bella sensazione vincere così".

Ricciardo ha sottolineato una volta di più il grande lavoro dei meccanici, che ieri hanno lavorato sodo per rimettere in sesto la sua RB14 dopo la rottura del turbo nelle Libere 3. A conti fatti il lavoro del team è stato fondamentale per permettere a Daniel di dare il meglio oggi. A questo si è aggiunta la già citata strategia di gara, anche questa rivelatasi corretta.

"Il team ha fatto un lavoro strepitoso dopo il guasto al turbo che ci ha frenato ieri nelle Libere 3. Oggi è stata perfetta la strategia, che ci ha aiutato quando è uscita la Safety Car. Siamo rientrati ai box per montare le Soft. E' stata una decisione molto importante per noi che ci ha aiutato a centrare il risultato di oggi. Ringrazio tutti nel team, perché hanno fatto un grande lavoro".

Per l'australiano questa vittoria assume più di un significato. E' il primo a regalare la vittoria al team dopo un avvio stagionale complesso, è anche l'uomo che ha dimostrato di poter portare a casa risultati molto importanti e di farlo con una certa regolarità. Insomma, Daniel può candidarsi a essere il pilota su cui la Red Bull può affidare le proprie speranze di classifica. E' maturo, regolare, lucido, velocissimo e, come ha dimostrato in più di un'occasione, in grado di sfruttare ogni minima occasione che gli si presenta davanti.

"Questa sembra una vittoria differente rispetto a quelle che ho ottenuto in passato. Non so perché. Sarà una stagione per me molto importante, ma anche interessante. Però ora non penso al futuro, io voglio fare il massimo ogni domenica e sono molto contento perché ho sfruttato molto bene l'opportunità che si è presentata davanti a me. E questo per me è il massimo, sono molto felice".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP Cina
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista