Ricciardo: "Un millesimo è niente, domani ce la giochiamo sui pit-stop"

Beffato da Bottas per un solo millesimo nella bagarre per il quinto posto, Daniel Ricciardo non perde il sorriso e pensa già alla gara di domani. Contento parzialmente Max Verstappen.

Un solo millesimo di secondo: questo è quanto ha separato oggi in qualifica Daniel Ricciardo dal quinto posto.

In casa Red Bull si era tentata la strategia delle gomme soft in Q2, ma poi il team di Milton Keynes ha preferito affidarsi alle supersoft e non correre rischi.

L'australiano in Q3 è stato beffato proprio nel finale da Bottas, ma comunque non perde il suo solito sorrisone.

"Quanto è un millesimo? Non lo so, forse un soffio di vento! Valtteri ha fatto un giro migliore del mio ed è andata così, ma la terza fila non è un disastro. Per domani sono carico, a parte le Mercedes che sono imprendibili e le Ferrari, con gli altri ce la giocheremo. Probabilmente faremo due pit-stop, ma non escludo nemmeno quello singolo. Vedremo, per ora comunque mi ritengo soddisfatto", ha detto Ricciardo.

Per Max Verstappen invece le qualifiche hanno detto che l'olandese è stato il settimo concorrente più veloce, anche se sulla sua Red Bull qualcosa non è andato in modo perfetto.

"All'ultimo giro ho perso la comunicazione radio e non capivo come mi fossi piazzato - dice Max - Il distacco da Daniel non è così ampio, quindi tutto sommato sono contento. Le Ferrari sono leggermente più veloci, mentre noi abbiamo sofferto un po' di più perché abbiamo dovuto cercare un compromesso di set-up. Per la gara non si sa mai, il passo è sempre diverso rispetto alle qualifiche, l'obiettivo è lottare per il podio e penso che ce la potremo fare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Italia
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Monza
Piloti Daniel Ricciardo , Max Verstappen
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista