Ricciardo teme che la Mercedes si sia un po' nascosta oggi

Il pilota della Red Bull è molto soddisfatto per come è andato il suo venerdì, ma teme anche che le Frecce d'Argento abbiano il margine per fare uno step domani. Non lo preoccupa il problema al cambio di fine FP2.

Daniel Ricciardo sembra fare eco a Max Verstappen. Pure l'australiano pare convinto che la Red Bull abbia un grande potenziale sul tracciato di Silverstone, anche se forse pare un pochino più cauto del compagno di squadra, con il timore che oggi le Mercedes si siano un po' nascoste.

"Se ci compariamo ad Hamilton, sembra che andiamo piuttosto bene. Non sono convinto che loro abbiano mostrato tutto il loro potenziale oggi, ma sono felice di dove siamo. Va bene, soprattutto perché i long run ci mostrano più competitivi rispetto alla settimana scorsa, ma comunque è sempre solo venerdì" ha detto Daniel, secondo a soli tre decimi da Lewis Hamilton alla conclusione della FP2.

La RB12 è parsa molto a suo agio, ma Ricciardo crede che ci sia anche il margine per migliorare: "Penso che possiamo ancora tirare fuori qualcosa dalla vettura, soprattutto quando abbiamo le gomme soft con il pieno di carburante. Se miglioriamo su quell'aspetto, credo che saremmo veramente vicini".

Nel finale della FP2 la sua monoposto ha accusato anche un problema al cambio, ma non dovrebbe trattarsi di nulla di grave: "Mi hanno dato un paio di warning, dicendo di non cambiare marcia, quando mancavano uno o due giri alla conclusione della FP2. Questa sera però ci sarà tempo per risolvere la situazione ed evitare che si ripeta".

Informazioni aggiuntive di Jonathan Noble

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Sub-evento Venerdì, prove libere 2
Circuito Silverstone
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista