Ricciardo svela: "Marko non ha piani per me oltre il 2018"

condivisioni
commenti
Ricciardo svela: "Marko non ha piani per me oltre il 2018"
Di:
5 ott 2017, 08:48

Marko ha detto nelle ultime ore che Daniel è sul mercato: "Verstappen ha un contratto lungo, Daniel va in scadenza e ci guardiamo attorno". Red Bull potrebbe davvero perderlo nel 2019.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing in the Press Conference
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing and Felipe Massa, Williams in the Press Conference
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing and Felipe Massa, Williams in the Press Conference
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, Felipe Massa, Williams, in the press conference
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing parla con Mara Sangiorgio, Sky Sports Italia
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing firma autografi ai fan
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13

Il mercato piloti per il Mondiale 2018 è ormai definito. Mancano da assegnare i due sedili della Sauber, un sedile Williams e ufficialmente i due della Toro Rosso, anche se Pierre Gasly sembra ormai certo di poter disputare la prossima stagione da pilota titolare del team faentino.

A tenere banco nel corso della conferenza stampa piloti svolta questa mattina sul tracciato giapponese di Suzuka è stato il futuro di uno dei piloti più forti della F.1 attuale: Daniel Ricciardo.

Nel corso delle ultime ore Helmut Marko ha ammesso che la Red Bull è già al lavoro per cercare un eventuale sostituto del pilota australiano, che andrà in scadenza di contratto al termine della prossima stagione.

"Verstappen ha un contratto a lungo termine con Red Bull, mentre Ricciardo è già sul mercato. Dobbiamo cercare alternative, non arriveremo impreparati", ha dichiarato Marko.

Questa mattina è dunque arrivata la risposta di Ricciardo. Il prossimo anno l'australiano sarà certamente al volante della RB14, ma l'incognita arriverà a metà dell'anno prossimo, quando sarà possibile, se non probabile, che qualche top team formuli un'offerta molto alta per accaparrarselo dal 2019.

"L'unica cosa che so è che il mio contratto con la Red Bull scade alla fine del prossimo anno. Penso che Marko si riferisse a quello, non al fatto di essere oggi sul mercato. Sono sicuro al 99,99% di avere un sedile da titolare in Red Bull nel 2018".

"Non c'è nulla di programmato con la Red Bull oltre il 2018 e penso che Marko sia certamente più a conoscenza dei programmi futuri. Non credo che Marko abbia un piano oltre il 2018. Dovrei correre con la Red Bull nel 2018. Marko non era troppo deluso dopo il Gran Premio della Malesia, credo di andare ancora bene per loro".

Red Bull potrebbe davvero perdere Daniel al termine della prossima stagione? C'è un precedente piuttosto importante che porta a rispondere sì. Sebastian Vettel è stato lasciato andare alla Ferrari una volta terminato il contratto e dopo aver raggiunto lo status di Top driver dopo i 4 titoli vinti dal 2010 al 2013.

La Red Bull ha come missione allevare giovani piloti e farli diventare vincenti. Una volta riusciti nel loro intento non hanno mai mostrato l'intenzione di voler rinnovare i propri campioni a cifre molto più alte rispetto ai primi contratti siglati per poter investire sul progetto giovani.

Inoltre, se non cedessero i propri talenti dopo qualche anno in Red Bull, si fermerebbero gli ingranaggi della "macchina" che porta i talenti bibitari prima in Toro Rosso e poi, se meritevoli, nel team madre per provare a portare a casa i titoli.

Prossimo Articolo
Ericsson: "La differenza di peso mi costa quattro decimi su Wehrlein"

Articolo precedente

Ericsson: "La differenza di peso mi costa quattro decimi su Wehrlein"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Gestire il vantaggio? Non sono qui per arrivare secondo"

Hamilton: "Gestire il vantaggio? Non sono qui per arrivare secondo"
Carica commenti