Ricciardo spera che Marko si sbagli sul gap della Red Bull a Baku

condivisioni
commenti
Ricciardo spera che Marko si sbagli sul gap della Red Bull a Baku
Adam Cooper
Di: Adam Cooper
Tradotto da: Matteo Nugnes
16 giu 2016, 14:27

Daniel Ricciardo spera che Helmut Marko sia stato troppo pessimista quando ha predetto che la Red Bull perderà circa 1"2 sul lunghissimo rettilineo di Baku.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB12 precede Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12 makes a pit stop
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12
Red Bull Racing RB12 of Daniel Ricciardo, Red Bull Racing prepared in the pits

Ricciardo però spera che la sua RB12 possa essere in grado di compensare questo gap nel resto del tracciato.

"Spero che si sbagli, perché sembra molto" ha detto Ricciardo. "Vedremo. Spero che non perderemo così tanto, ma se sarà così, possiamo provare a recuperare una parte di questo tempo nelle curve".

"Sulla Mercedes forse non troppo, perché loro hanno una buona vettura, magari poco anche sulla Ferrari, ma su altre squadre come la Williams, possiamo recuperare il loro vantaggio in rettilineo sulle curve".

"Ma 1"2 è tanto. Spero che Helmut si sbagli!".

Ricciardo poi ha spiegato che la scelta sul carico aerodinamico da utilizzare sarà cruciale.

"Ci sono molte curve da seconda o terza marcia, che quindi richiederebbero tanta downforce. Ma non possiamo ignorare il rettilineo, ma anche quello dopo la curva 3, quello del DRS, perché anche quello è lungo".

"All'uscita della curva 12 poi c'è un'altra area abbastanza lunga in cui si va con l'acceleratore completamente aperto. Le curve vorrebbero carico, ma i rettilinei sembrano dire: non se ne parla proprio".

"Penso che domani bisognerà partire con un compromesso per poi capire in che direzione andare".

Anche se ha riconosciuto che Baku potrebbe non essere la pista ideale per la Red Bull, Ricciardo è determinato a tirare fuori il massimo dal pacchetto di cui dispone.

"Penso che dobbiamo tirare fuori il massimo da questo fine settimana. E' difficiel sapere cosa potremo fare su questa pista, anche se probabilmente non abbiamo le stesse chance di vittoria che avevamo nell'ultimo paio di gare".

"Ma non si può mai sapere. Potrebbe adattarsi a noi. Ma in ogni caso devo cercare di sfruttare al meglio il fine settimana e partire domenica con la sensazione di aver tirato fuori tutto quello che avevamo a disposizione".

"Guardando indietro al Canada, sul momento ho pensato che la gara sia stata noiosa, ma poi mi sono reso conto che non siamo riusciti ad ottenere il risultato alla nostra portata".

"Stavamo andando abbastanza bene. Con il primo treno di soft, nel secondo stint, ero davanti a Bottas e poi ho avuto un bloccaggio alla curva 13 che mi ha danneggiato una gomma".

"Si potrebbe anche pensare che se come lui fossimo stati capaci di arrivare fino in fondo, forse sarei salito sul podio. Il risultato non è stato eccezionale, ma credo che le prestazioni non sono state poi negative come sono parse".

"Speriamo di non fare errori domenica e di raccogliere il massimo di punti che possiamo ottenere".

 

Prossimo articolo Formula 1
I segreti di Baku: scopriamo il cittadino più veloce del mondo

Articolo precedente

I segreti di Baku: scopriamo il cittadino più veloce del mondo

Prossimo Articolo

Hamilton: "Questa F.1 non stanca ma impegna mentalmente"

Hamilton: "Questa F.1 non stanca ma impegna mentalmente"
Carica commenti