Ricciardo: "Siamo veloci, ma il nostro vantaggio non basta contro le Mercedes"

condivisioni
commenti
Ricciardo: "Siamo veloci, ma il nostro vantaggio non basta contro le Mercedes"
Di:
28 ott 2017, 07:54

L'australiano della Red Bull ha ottenuto il miglior tempo assoluto nel venerdì di prove libere del GP del Messico, ma non è ottimista riguardo alle sue possibilità di centrare la pole. Ottimo invece il suo passo gara.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Il casco di Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13

Daniel Ricciardo è stato il protagonista a sorpresa del venerdì che ha aperto il fine settimana del Gran premio del Messico, penultimo appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1.

Il pilota della Red Bull è stato il più rapido nella seconda sessione di prove libere, autore di un buon tempo con gomme Ultrasoft - dunque nella simulazione Qualifica - e successivamente anche nel passo gara, confermando gli evidenti passi avanti fatti dalla Red Bull nel corso delle ultime settimane.

I tempi dicono che l'australiano è stato il più veloce e lo candidano automaticamente alla lotta per la pole, ma lui ha preferito usare un profilo basso. Le Mercedes al sabato possono disporre di più potenza e il divario con cui si è messo alle spalle le W08 Hybrid è esiguo.

"Per ora la Mercedes è ancora più competitiva di noi. Al sabato, lo sappiamo, andranno sicuramente più forte e noi per ora siamo davanti a loro di un decimo. Questo vantaggio certamente non basterà. Se fossero stati un paio di decimi, allora forse avremmo potuto giocarcela. Comunque è stato un bel venerdì e spero che sia lo stesso nelle Qualifiche e in gara".

Un'altra difficoltà incontrata da Ricciardo, ma anche da molti altri piloti, è legata alla gestione delle gomme. Le alte temperature del pomeriggio di Città del Messico hanno fatto sì che le Pirelli avessero un consumo maggiore rispetto all'edizione 2016 del Gran Premio del Messico.

"Oggi è stato davvero difficile gestire le gomme, il loro consumo e le temperature. L'anno scorso sembrava più facile. Addirittura, se non ricordo male, più o meno tutti fecero appena una sosta. Oggi era più difficile. Quest'anno non so se si riuscirà a fare solo un pit stop. Forse qualcuno riuscirà a fare una sosta, ma altri saranno costretti a farne 2".

Prossimo Articolo
Räikkönen: "Abbiamo provato diverse soluzioni per migliorare"

Articolo precedente

Räikkönen: "Abbiamo provato diverse soluzioni per migliorare"

Prossimo Articolo

Mercedes: due branchie supplementari per migliorare il raffreddamento

Mercedes: due branchie supplementari per migliorare il raffreddamento
Carica commenti