Ricciardo: "Siamo la terza forza del Mondiale. Il podio non è lontano"

Daniel Ricciardo approfitta del ritiro di Vettel e chiude al quarto posto il Gran Premio del Bahrain. L'australiano della Red Bull si trova ora in terza posizione nel Mondiale Piloti, alle spalle dei due alfieri della Mercedes.

Il Gran Premio del Bahrain ha regalato un'altra sorpresa al termine dei 57 giri della gara. La Williams non è più la terza forza del Mondiale. Dietro a Mercedes e Ferrari è tornata la Red Bull, anche grazie a un ritrovato Daniel Ricciardo.

Se nel 2015 aveva in parte deluso, l'australiano è partito forte in questa stagione e ora si trova con merito al terzo posto nel Mondiale Piloti, alle spalle solo dei due alfieri della Mercedes, Nico Rosberg e Lewis Hamilton. "Siamo riusciti a centrare il quarto posto perché si è fermata un'altra Ferrari... Ho chiuso quarto per questo. Ma aver colto questa posizione per noi va bene".

Daniel, al termine della corsa, ha parlato anche delle prime fasi di gara. La partenza, in particolar modo, è risultato il momento più critico per lui: "L'inizio di gara è stato difficile, perché ci sono stati un po' di contatti alla prima curva con Lewis (Hamilton) e Valtteri (Bottas). I due si sono toccati e io sono finito contro Bottas, danneggiando l'ala anteriore. Avevo paura di aver danneggiato troppo l'ala e di essere costretto a fermarmi per cambiarla, ma invece è andata bene e ho potuto proseguire".

"Oggi, così come Melbourne, ci siamo confermati terza forza del Mondiale, perché siamo stati davanti alle Williams. Ho visto che Daniil ha fatto una bella rimonta, finendo settimo davanti a loro. Questo è un buon risultato. Dobbiamo continuare così e il podio non è poi così lontano", ha concluso il pilota della Red Bull.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Bahrain
Sub-evento Domenica, post gara
Circuito Bahrain International Circuit
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista