Ricciardo sereno: "Ho cavalcato la linea dei box con due ruote"

Subito dopo le qualifiche c'erano state polemiche per la traiettoria tenuta dal pilota della Red Bull all'ultimo giro, perché era oltre la linea bianca dell'ingresso box. Daniel però ha spiegato che è una normale "racing line", quindi è tutto ok

Nel concitato giro finale delle qualifiche di Baku non è passata inosservata la traiettoria della Red Bull di Daniel Ricciardo lanciata in pieno sul lungo rettilineo che porta sul traguardo. L’australiano ha chiaramente passato la linea bianca che delimita la corsia di ingresso ai box, e più di un addetto ai lavori ha subito puntato il dito dando per scontato che a Ricciardo sarebbe stato annullato il suo tempo.

E’ subito venuta alla mente la lunga lista di piloti che sul circuito di San Paolo ha pagato dazio alla celebre linea bianca di ingresso pit-lane (posta sul salita che immette sul rettilineo d’arrivo) ma è stata un’associazione errata.

A spiegarlo è stato lo stesso Ricciardo: "All’inizio del weekend le indicazioni erano quelle (ovvero le stesse di Interlagos) ma una nota arrivata ieri sera ha specificato che se superi la linea con quattro gomme devi rientrare in pit-lane, viceversa no. In pratica si può cavalcare la linea con due ruote, come accaduto nel mio caso. Sono sicuro di quello che ho fatto".

La spiegazione è nella definizione della linea bianca continua che Ricciardo ha cavalcato. Essendo considerata “racing line”, un pilota non incorre in alcuna sanzione fino a quando non la supera con le quattro ruote della sua monoposto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Europa
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Streets of Baku
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Ultime notizie