Ricciardo ritrova il sorriso: "Una gara pazzesca"

Daniel ritrova la via del podio dopo una gara piena di scontri e ricca di colpi di scena

Torna finalmente sul podio Daniel Ricciardo, dopo una prima parte di stagione densa di difficoltà dovute alle carenze di un motore Renault apparso in deficit sia per affidabilità che per prestazioni. L'australiano, classe 1989, grazie ad un rocambolesco terzo posto, torna sul podio dell'Hungaroring ad un anno di distanza dalla gara che lo vide cogliere il secondo successo in carriera.

"E' stata una gara pazzesca. Già alla prima curva ho avuto un contatto e credevo che tutto fosse compromesso e che la mia gara fosse finita. Poi, dopo la neutralizzazione della Safety Car, ho avuto un altro contatto con Hamilton ed infine un ulteriore scontro con Rosberg".

Daniel ha mantenuto il sangue freddo nonostante i numerosi scontri avvenuti in pista "Siamo stati forti oggi. Ho dato tutto quello che avevo, ci ho messo il cuore e credo Jules avrebbe apprezzato tutto ciò. Voglio dedicare a lui questo terzo posto".

Ricciardo ha poi analizzato il contatto negli ultimi giri di gara che è costato il secondo gradino del podio a Nico Rosberg "Ho effettuato una grande staccata per provare a superarlo. Sapevo di non avere la velocità necessaria per sopravanzarlo in rettilineo, ma ero consapevole che la macchina era ok e che potevo puntare alla vittoria. Vedevo Vettel che non riusciva ad andare via così ho pensato che se fossi riuscito a superare Nico, sarei riusciro ad insidiare anche Seb. La manovra che ho fatto per superare Rosberg è stata pulita, ma quando Nico mi ha risuperato non mi ha lasciato abbastanza spazio e mi è venuto addosso. Eravamo molto vicini e sono dispiaciuto di aver rovinato le possibilità di successo per entrambi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Ungheria
Circuito Hungaroring
Piloti Daniel Ricciardo
Articolo di tipo Ultime notizie