Ricciardo penalizzato con tre posizioni sulla griglia di domenica!

L'australiano è stato sanzionato dal collegio dei commissari sportivi perché non avrebbe rallentato abbastanza durante la bandiera rossa, mentre era impegnato nel giro secco della qualifica. Eppure Daniel ha tolto 175 km/h...

Ricciardo penalizzato con tre posizioni sulla griglia di domenica!
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14 Tag Heuer
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14 Tag Heuer, ai box

Doccia fredda per Daniel Ricciardo. Il pilota della Red Bull sconterà tre posizioni di penalità sulla griglia di partenza di domenica per non aver rispettato i limiti di velocità imposti dal regime di bandiera rossa durante la seconda sessione di prove libere disputata oggi a Melbourne.

Ricciardo era lanciato nella sua simulazione di qualifica quando la direzione gara ha esposto la bandiera rossa a causa di un cavo del sistema di cronometraggio fuoriuscito dall’asfalto sul rettilineo di partenza.

Il pilota di casa ha rallentato di 175 km/h la sua velocità (rispetto al giro precedente) in prossimità della curva 12, ma tuttavia non è rientrato nei minimi imposti dal regolamento sportivo, tra l’altro modificato proprio alla vigilia di questo Mondiale.

L’articolo 31.6 del Regolamento Sportivo prevede che per comunicare ai piloti la necessità di ridurre la velocità in caso di bandiera rossa, venga inviato un segnale alle monoposto che fa apparire sul display il messaggio “red flag”.

Dal momento in cui si attraversa la “safety-car line” fino all’ingresso della pit-lane i piloti devono procedere sotto il limite fissato dalla Electronic Contro Unit della FIA, valore calcolato in percentuale sui precedenti passaggi del pilota. I commissari hanno esaminato i dati di Ricciardo rilevando l’infrazione, ma allo stesso tempo hanno constatato che il pilota ha rallentato in modo significativo e sufficiente a non creare situazioni di pericolo.

“Il collegio dei commissari sportivi – recita il comunicato FIA - ha pertanto imposto una penalità minore del solito, limitandosi a tre posizioni sulla griglia di partenza e due punti di penalità sulla patente”.

Per Ricciardo un inizio di 2018 non dei migliori, soprattutto considerando la grande attesa degli appassionati australiani in occasione della sua gara di casa.

condivisioni
commenti
Analisi: Hamilton fa già paura, ma la Ferrari non è affatto lontana

Articolo precedente

Analisi: Hamilton fa già paura, ma la Ferrari non è affatto lontana

Prossimo Articolo

Alonso: "Sorpreso dalla Haas? No, è una replica della Ferrari!"

Alonso: "Sorpreso dalla Haas? No, è una replica della Ferrari!"
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021