Ricciardo: "Non mi aspettavo un gap di 1 secondo da Hamilton"

condivisioni
commenti
Ricciardo: "Non mi aspettavo un gap di 1 secondo da Hamilton"
Di:
7 ott 2017, 08:57

L'australiano della Red Bull domani scatterà dalla terza casella ed in partenza farà di tutto per stare davanti ad Hamilton e Vettel. Ricciardo si è detto sorpreso del gap rimediato in qualifica ma sorride quando ricorda di aver preceduto Verstappen.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing e Simon Rennie, ingegnere di pista Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13

La sessione di qualifiche di Suzuka ha decisamente ridimensionato le aspettative in casa Red Bull. Il tempo record ottenuto da Lewis Hamilton è stato inarrivabile sia per Daniel Ricciardo che per Max Verstappen, ed il distacco di 987 millesimi rimediato dall'australiano ha spento il sorriso sul volto di Ricciardo.

Daniel è stato il primo pilota a non riuscire a scendere sotto il muro del minuto e ventotto secondi, fermando il cronometro sul tempo di 1'28''306, ma, come sempre, ha cercato di guardare il bicchiere mezzo pieno dichiarandosi soddisfatto del giro realizzato e di essere finalmente riuscito a precedere nella classifica dei tempi, con un vantaggio di appena 26 millesimi, il sempre più ingombrante compagno di team.

"La seconda fila oggi era il massimo possibile. Sono stato soddisfatto del mio giro ed anche oggi sono stato molto vicino ai tempi di Max, ma sono riuscito a trovare un margine che mi ha consentito di stargli davanti".

Il gap di nove decimi rimediato da Hamilton è stato un duro colpo per la Red Bull e lo stesso Ricciardo ha affermato come alla vigilia di questa gara nessuno all'interno del team si sarebbe atteso un distacco simile.

"Prima di questo weekend non pensavo che avremmo preso un secondo di distacco dalla pole, ma questa è la realtà. Il nostro obiettivo è quello di finire sul podio, cercando anche di migliorare la posizione di partenza".

Ricciardo, domani, avrà la possibilità di scattare dalla terza casella in griglia grazie all'arretramento di Valtteri Bottas. L'australiano è consapevole che le uniche possibilità di lottare per la vittoria le avrà in partenza, quando dovrà necessariamente inserirsi tra i due protagonisti nella corsa al titolo iridato per evitare che Hamilton e Vettel possano scappare via.

"In partenza tutto sarà possibile, ma se Lewis e Seb dovessero scappare sarà difficile stare con loro ed anche tentare di superare su un circuito del genere. Dovremo cercare di adottare una strategia corretta, ma la Mercedes e la Ferrari sono decisamente più veloci della Red Bull quando hanno pista libera. L'unica possibilità di lottare per la vittoria sarà quella di superarli in partenza".

Daniel, infine, si è soffermato sull'atteso aumento delle temperature atmosferiche previsto per domani. Questo aspetto, teoricamente, dovrebbe comportare uno svantaggio per la Mercedes ma, secondo Ricciardo, con una massima prevista di 25 gradi le frecce d'argento non dovrebbero trovarsi in difficoltà come nello scorso appuntamento malese.

"Domani si attendono temperature più alte e forse questo cambiamento potrà danneggiare la Mercedes, ma si prevede una massima di 25 gradi, non 35, quindi non penso che le Mercedes potranno soffrire come in Malesia".

 

 

Prossimo Articolo
Hamilton: "Ho guidato una Mercedes differente rispetto alla Malesia"

Articolo precedente

Hamilton: "Ho guidato una Mercedes differente rispetto alla Malesia"

Prossimo Articolo

La FIA impone un giro di vite su chi asciuga le piazzole in griglia

La FIA impone un giro di vite su chi asciuga le piazzole in griglia
Carica commenti