Ricciardo: "McLaren e Renault non sono la mia prima scelta, ma hanno un certo appeal"

condivisioni
commenti
Ricciardo:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
21 giu 2018, 14:56

L'australiano parla finalmente del mercato piloti dopo le ultime notizie che lo vogliono più lontano dalla Ferrari e nel mirino dei due team che hanno sede in Inghilterra.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Esteban Ocon, Force India, e Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, in griglia prima della partenza

Nelle ultime ore Daniel Ricciardo è tornato prepotentemente alla ribalta per ciò che riguarda il mercato piloti in vista della prossima stagione. Il pilota australiano, attualmente sotto contratto con la Red Bull, ha visto diminuire drasticamente le sue opportunità di andare in Ferrari a causa del suo ingaggio, ritenuto dai vertici della Gestione Sportiva di Maranello troppo alta per poter essere ingaggiato ed essere affiancato a Vettel.

Ma le alternative per Daniel non mancano affatto. E' notizia delle ultime ore l'interessamento della McLaren, probabilmente intenzionata a trovare una valida alternativa qualora Alonso decidesse di dedicare anima e corpo all'inseguimento della Tripla Corona passando a correre in IndyCar dalla prossima stagione, ma non solo.

Renault è molto attiva negli ultimi giorni. Dopo aver perso Red Bull come team cliente a cui fornire i motori, il team diretto da Cyril Abiteboul sta cercando di strappare Adrian Newey alla squadra diretta da Christian Horner, ma a quanto pare anche Daniel RIcciardo è entrato nei radar del team che ha sede a Enstone. Ecco come Ricciardo ha commentato le voci di mercato questo pomeriggio, una volta arrivato al Paul Ricard, sede del Gran Premio di Francia 2018.

"Non sto dicendo 'no, non mi interessa per nulla'. Forse perché ricordo quello che ha fatto Lewis con la Mercedes. So bene che Renault e McLaren non sono team che si stanno giocando il Mondiale. Potranno tornare a lottare per vincerlo? Forse".

"Se ci penso, hanno un certo appeal. Non sto dicendo siamo in cima alla mia lista ora, ma non scarterei queste possibilità. Oggi chiaramente non sono team che possono vincere i titoli, ma forse potranno esserlo l'anno prossimo o forse fra tre anni".

"Lewis è riuscito a trasformare la Mercedes molto bene. Quando è andato in Mercedes aveva detto di sapere cosa sarebbe successo. Io non lo so. Lui fece bene a spostarsi. Non so se tutto ciò sia una fantasia della gente, ma abbiamo una prova che quanto accaduto a Lewis potrebbe verificarsi di nuovo".

Le strade che potrebbero portare Daniel in Mercedes o Ferrari sono sempre più impervie. Per questo Daniel usa parole sì misurate, ma certamente al miele nei confronti dei due team che lo stanno seguendo con più intensità nelle ultime settimane.

"Tutti parlano di me in Mercedes e Ferrari per il loro potenziale e le loro prestazioni, ma sono lusingato di sapere che ci siano altri team che sono interessati a me. E credo che la McLaren sia uno di questi team".

"Probabilmente dipende da quello che deciderà di fare Fernando. Se rimarrà o se se ne andrà. Nell'ultimo caso, il team dovrà prendere qualcuno. Magari un pilota d'esperienza che possa prendere il suo posto".

"Vedremo. Ci sono un sacco di cose da dover prendere in considerazione al momento, ma nulla su cui commentare".

Informazioni aggiuntive di Edd Straw e Adam Cooper

Prossimo articolo Formula 1
Novità Renault: ecco perché la piazzuola del pit stop è stata angolata in pit lane

Previous article

Novità Renault: ecco perché la piazzuola del pit stop è stata angolata in pit lane

Next article

Verstappen: "Ho fiducia nella Honda: stanno sviluppando la power unit in maniera positiva"

Verstappen: "Ho fiducia nella Honda: stanno sviluppando la power unit in maniera positiva"

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Francia
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie