Ricciardo: "Le supersoft? Pensiamo sia la strategia giusta"

La Red Bull ha deciso di qualificare le proprie vetture in Q2 utilizzando le gomme a banda rossa, mentre gli altri entrati in Q3 domani partiranno tutti con le ultrasoft. Daniel ci conta ed è convinto di aver trovato il setting giusto in qualifica.

Di più non poteva fare davvero Daniel Ricciardo. Il pilota australiano ha spremuto la sua Red Bull per portarla in prima fila a Singapore, ma il Nico Rosberg di oggi è parso davvero insuperabile e lo ha staccato di ben mezzo secondo nella caccia alla pole position.

Dal canto suo, Daniel ha parlato di target centrato con la prima fila durante la conferenza stampa: "Il mio obiettivo era raggiungere la prima fila, chiaramente battere le Mercedes sarebbe stato l'ideale, ma comunque è bello riuscire a superarne almeno una".

La sua RB12 è stata veloce per tutto il weekend, ma a livello di set-up forse ha trovato la quadra proprio in qualifica. Peccato che non sia bastato: "Abbiamo fatto dei miglioramenti tra le ultime libere e le qualifiche, perché stavo cercando il giusto assetto e l'ho trovato proprio al momento giusto. L'ultimo giro poi è stato buono, ma non abbastanza per battere Nico".

Tra le altre cose, le vetture della squadra di Milton Keynes saranno le uniche nelle prime cinque file a partire con le supersoft domani (gli altri avranno le ultrasoft), avendole utilizzate in Q2: "Inizieremo la gara con le supersoft, perché pensiamo che possa essere la scelta giusta a livello di strategia".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Singapore
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Singapore Street Circuit
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Conferenza stampa