Ricciardo: "Il rinnovo con Red Bull? Ora non ci voglio pensare"

condivisioni
commenti
Ricciardo: "Il rinnovo con Red Bull? Ora non ci voglio pensare"
Di:
26 nov 2017, 16:26

L'australiano ha patito il terzo ritiro per motivi tecnici nelle ultime quattro gare ed ha dovuto cedere il quarto posto in classifica a Raikkonen. Daniel vuole smaltire la delusione nel corso dell'inverno prima di decidere sul rinnovo.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Kimi Raikkonen, Ferrari SF70H, Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13, Kimi Raikkonen, Ferrari SF70H, Max Verstappen, Red Bull Raci
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, Max Verstappen, Red Bull Racing nella foto di gruppo del team
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, Helmut Markko, Consulente, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13

La fase finale della stagione di Formula 1 ha visto la dea bendata voltare le spalle a Daniel Ricciardo. Il pilota australiano, infatti, anche nella gara odierna si è visto costretto ad un ritiro, il terzo nelle ultime quattro corse, per un problema idraulico.

L'ennesimo zero in classifica è pesato come un macigno sulle spalle di Daniel. Ricciardo, infatti, era giunto ad Abu Dhabi con sette punti di vantaggio in classifica piloti su Kimi Raikkonen, ma il quarto posto del finlandese ed il contestuale ritiro del pilota della Red Bull hanno costretto l'australiano a chiudere la classifica in quinta posizione.

Ricciardo ha spiegato le senazioni avvertite prima di essere costretto a parcheggiare la propria vettura nella via di fuga. L'australiano, inizialmente, pensava di aver riportato una foratura visto l'indurimento dello sterzo, e solo successivamente ha capito di aver patito un problema di altra natura.

"Inizialmente pensavo di avere una foratura ma poi ho scoperto che era un problema di idraulica. Ho sentito qualcosa di strano allo sterzo, pensavo fosse relativo proprio ad un problema con le gomme e mi sono fermato subito".

L'ultima gara della stagione ha segnato anche l'ultimo gran premio che le vetture di Formula 1 hanno disputato con l'abitacolo scoperto. Dalla prossima stagione, infatti, le nuove monoposto dovranno obbligatoriamente adottare il tanto discusso Halo.

Ricciardo non sembra essere un fan del nuovo dispositivo, ma ha affermato come per i piloti calati all'interno dell'abitacolo le differenze saranno praticamente inesistenti.

"La presenza dell'Halo sulla monoposto non cambia molto per noi piloti. Correremo ugualmente forte. Dal punto di vista estetico cambierà l'aspetto delle vetture, ma dall'interno le differenze saranno minime".

Daniel ha infine parlato del proprio futuro e delle incognite legate al rinnovo contrattuale con la Red Bull. L'australiano ha affermato come nel corso dell'inverno si siederà ad un tavolo con i responsabili del team per valutare le opzioni migliori, ma ha anche evidenziato come preferisca smaltire la cocente delusione per un finale di stagione azzoppato da troppi ritiri.

"E' un peccato aver patito tutti questi ritiri nelle ultime gare. Fortunatamente è finita, adesso voglio pensare solo ad andare in vacanza. Per il rinnovo con Red Bull dovremo aspettare. Penso che ci saranno delle novità verso marzo o aprile. Di sicuro ne parleremo nel corso dell'inverno, ma dopo una gara come questa l'unica cosa che voglio è andare a bere una birra". 

Prossimo Articolo
Bottas: "Mi sento un pilota molto migliore rispetto a 5 gare fa"

Articolo precedente

Bottas: "Mi sento un pilota molto migliore rispetto a 5 gare fa"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Sono molto fiero di come ho corso quest'anno"

Hamilton: "Sono molto fiero di come ho corso quest'anno"
Carica commenti