Ricciardo: "Il podio è lontano, ma ci proverò"

L'australiano della Red Bull scatterà dal quinto posto nel GP di Russia, ma su una pista con poco degrado

Realista. Questo forse è l'aggettivo che calza meglio a Daniel Ricciardo alla fine delle qualifiche del GP di Russia, che il pilota della Red Bull ha concluso al sesto posto. Domani però, complice l'arretramento di cinque posizioni della Ferrari di Sebastian Vettel, l'australiano prenderà il via dalla quinta posizione.

Forse la seconda fila poteva anche essere alla sua portata: "Sono ad un decimo da Massa, quindi forse era possibile stargli davanti, ma gli altri sono troppo lontani. Domani partirò quinto grazie alla penalità di Vettel ed ai problemi di Hamilton. Spero che in gara saremo in grado di battagliare con le Williams, anche se qui è dura".

Il basso degrado gomme di questa pista però sta sicuramente rendendo la Williams molto più competitiva di quanto non lo sia stata nelle prime uscite: "Qui siamo tutti molto vicini come passo di gara, perché c'è pochissimo degrado e quindi si può spingere praticamente per tutto lo stint. Credo che questo sia quello che sta avvantaggiando la Williams, che invece in Bahrain e in Cina aveva sofferto con le gomme".

Quando poi gli è stato chiesto se spera di lasciare Sochi dopo aver conquistato il suo primo podio stagionale, Daniel ha sorriso ed ha aggiunto: "Su questo circuito è difficile immaginare di salire sul podio. Il podio è lontano domani. Come sempre ci proverò, ma non credo che sia alla nostra portata".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Russia
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Sochi Autodrom
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista