Ricciardo: "Ho distrutto le gomme, ero sempre nel traffico"

L'australiano della Red Bull è visibilmente deluso per aver concluso il GP del Canada solamente in settima posizione. Trovandosi sempre in bagarre ha consumato molto gli pneumatici ed è stato obbligato alle due soste.

E' stato un GP del Canada deludente quello di Daniel Ricciardo: l'australiano della Red Bull ha chiuso solamente in settima posizione e dopo il quarto tempo di ieri probabilmente aveva delle aspettative più importanti.

Fin dallo start però la gara si è messa in salita per lui: "La mia partenza non è stata male, ma le Mercedes sono state troppo lente e non ho avuto spazio dove passare. All'uscita della curva 2, con Rosberg che rientrava in pista, mi sono dovuto spostare verso l'interno ed ho perso una posizione".

Da quel momento, quindi si è sempre trovato negli scarichi di un'altra monoposto. Prima della RB12 gemella di Max Verstappen e poi della Ferrari di Kimi Raikkonen.

"Nel primo stint sembravo più veloce di Max, ma non ho avuto modo di avere pista libera e dietro di lui ho distrutto le gomme. Nel secondo stint, ho rovinato le soft con un bloccaggio e quindi sono dovuto rientrare per cambiarle ancora. Quando sono tornato in pista mi sono ritrovato nel traffico dietro a Kimi" ha spiegato.

La sintesi di questa giornata storta, dunque, è presto fatta: "Mi sono ritrovato sempre nel traffico e non ho potuto tenere un buon passo. Inoltre ho danneggiato troppo le gomme nel tentativo di fare dei sorpassi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Canada
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Circuit Gilles-Villeneuve
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista