Ricciardo e Verstappen: "Che caos con le gomme, ma siamo da zona punti"

condivisioni
commenti
Ricciardo e Verstappen: "Che caos con le gomme, ma siamo da zona punti"
Di:
2 set 2017, 20:19

Il 2° e il 3° posto ottenuti dall'olandese e dall'australiano a Monza hanno confermato la competitività delle Red Bull sul bagnato, nonostante alcuni interrogativi sui tipi di pneumatici da montare. In gara però arretreranno e dovranno rimontare.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, pole sitter Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 and Max Verstappen, R
Max Verstappen, Red Bull Racing, Daniel Ricciardo, Red Bull Racing and pole sitter Lewis Hamilton, M
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing and Max Verstappen, Red Bull Racing in parc ferme
Max Verstappen, Red Bull Racing in parc ferme
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13 runs wide
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing helmet, rain visor
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13

Si potrebbe riassumere le qualifiche di Monza dicendo che è stata una grande beffa per le Red Bull. Sotto il diluvio che ha bagnato l'autodromo brianzolo, Max Verstappen e Daniel Ricciardo hanno ottenuto il secondo e terzo crono con le loro auto anglo-austriache.

Un ottimo risultato se non fosse che l'olandese e l'australiano dovranno arretrare sulla griglia del Gran Premio d'Italia per le sostituzioni di alcune componenti sulle rispettive RB13, il che li costringerà ad una rimonta in gara.

"Partirò 15° per cui vedremo come andrà, per oggi posso dire che sono state delle buone qualifiche - ha dichiarato Verstappen - Tutto è andato benissimo, anche se in Q3 non mi sono trovato a mio agio come in Q1 e Q2, si scivolava parecchio, soprattutto nell'ultimo settore. Il mio ultimo giro era ottimo e pensavo potessi centrare la pole, ho subito detto via radio al mio ingegnere di dirmi cosa stesse facendo Hamilton perché ero consapevole che sarebbe stato l'uomo da battere. Alla fine ha fatto meglio lui, ma un secondo posto qui, con la vettura e il pacchetto che abbiamo penso sia un bellissimo risultato ugualmente".

"Sicuramente ci sono state difficoltà con le gomme intermedie, sono molto diverse rispetto a quelle del 2016 perché più dure. In queste condizioni abbiamo avuto diversi bloccaggi e faticato a mandarle in temperatura, scivolando parecchio. A mio parere le condizioni erano da intermedie, ma le wet andavano meglio perché più morbide; ti davano la possibilità di aggredire di più in frenata. In Q1 è stata molto dura, poi in Q2 la pista si è asciugata e quindi si potevano montare le intermedie, poi in Q3 ha ricominciato a piovere e quindi la scelta giusta è stata tornare alle wet".

"In gara vedremo, non partiamo da una gran posizione, ma penso che con il nostro passo possiamo entrare in zona punti. Peccato solo che Williams e Force India siano così avanti, è evidente che hanno guadagnato su di noi, ma faremo del nostro meglio per recuperare. Oggi è andata bene e credo che altri vorrebbero essere al mio posto in questo momento".

Anche Ricciardo ha avuto alcuni problemi legati alla scelta delle gomme da utilizzare nell'evolversi della situazione.

"Non ero contento del grip, abbiamo sofferto molto continuando a scivolare tantissimo - spiega Daniel - Le gomme non funzionavano benissimo per via del bagnato e del freddo. Nel primo giro della Q3 mi sono trovato meglio, solitamente sull'acqua siamo competitivi, però qualcosa è cambiato in meglio sulla macchina rispetto a Q1 e Q2. All'inizio dell'ultima sessione ho pensato potessimo anche ottenere la pole, poi però sia Max che Lewis hanno ottenuto dei tempi più bassi. Alla fine sono contento, siamo davanti, l'unico peccato è che in gara ci troveremo più indietro in griglia. Credo che partirò attorno al 18° posto, ma se in Q3 non fossi stato così forte ora sarei messo anche peggio".

"Ad un certo punto le gomme intermedie erano quelle migliori, almeno secondo me. C'era poca acqua e pensavo fosse la scelta giusta, solo che con il freddo si scivolava moltissimo e quindi non potevo spingere e attaccare come avrei voluto. E' stato inevitabile tornare alle wet, certamente si è trattato di una sorpresa per tutti perché le condizioni erano da intermedie".

Prossimo Articolo
Marchionne: "Abbiamo i migliori piloti: domani diamogli una chance..."

Articolo precedente

Marchionne: "Abbiamo i migliori piloti: domani diamogli una chance..."

Prossimo Articolo

Wolff incontra Jos Verstappen a Monza, ma allontana i rumors

Wolff incontra Jos Verstappen a Monza, ma allontana i rumors
Carica commenti